Home Cronaca HA MAL DI PANCIA, MUORE AL PRONTO SOCCORSO

HA MAL DI PANCIA, MUORE AL PRONTO SOCCORSO


CONDIVIDI

Morire per un mal di pancia. E’ successo ieri a Pomezia ad un 38enne che sembrava godere di ottima salute, ed oggi, a distanza di poco più di 24 ore, i familiari della vittima si chiedono come sia potuto succedere. Era arrivato al pronto soccorso della Clinica S. Anna di Pomezia verso le quattro del mattino di ieri, con fortissimi dolori addominali. Gianluca Bernardini, imprenditore edile, sembrava in preda ad una colica renale, e per questo i sanitari del P.S., secondo il racconto dei familiari, gli hanno somministrato delle flebo per calmare i dolori. Ma la situazione non è migliorata affatto: non solo i dolori non sono passati, ma nel giro di sole tre ore il quadro clinico dell’uomo è degenerato improvvisamente fino alla morte, avvenuta verso le 7 del mattino. La direzione ed i sanitari della Clinica non hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali ai familiari, che si sono immediatamente recati presso la Caserma dei Carabinieri per sporgere denuncia. I Militari hanno quindi raccolto tutto il materiale necessario per le indagini – cartella clinica, esami, referti – ed hanno avviato un’indagine. In mattinata il legale della famiglia ha incontrato il Magistrato, mentre lunedì mattina verrà effettuata l’autopsia per cercare di stabilire le cause esatte della morte. La scomparsa di Gianluca Bernardini, molto conosciuto a Pomezia anche perché faceva parte del coordinamento del PDL locale, ha lasciato sgomenti amici e familiari, che sono decisi ad andare a fondo alla vicenda. Il timore, infatti, è che qualcosa – nelle cure e nell’assistenza fornita al paziente – non abbia funzionato: magari una reazione ad un farmaco, oppure un errore di valutazione dei sintomi presentati. A fare chiarezza saranno i risultati dell’autopsia, che verrà effettuata presso l’ospedale di Tor Vergata. “Attendiamo risposte che spieghino questa morte assurda – hanno dichiarato questa mattina i familiari della vittima – perché è assurdo morire per un mal di pancia. A breve il Magistrato, attraverso il nostro avvocato, ci farà sapere i tempi e gli eventuali procedimenti”.\n\nDa parte loro, i Carabinieri non si sbilanciano. “Prima di poter dire qualcosa dobbiamo attendere i risultati dell’autopsia – ha dichiarato oggi il Maggiore Rodrigo Micucci, Comandante dei Carabinieri di Pomezia – Credo che qualche ipotesi potrà essere fatta ad inizio della prossima settimana, confrontando il materiale che ci è stato consegnato dalla direzione della Clinica con i risultati autoptici”.