Home Aprilia O.S.M.O.S.I. al 4° giorno con i ragazzi delle scuole

O.S.M.O.S.I. al 4° giorno con i ragazzi delle scuole

CONDIVIDI

E fu così che venne il giorno dei ragazzi, al quarto giorno O.S.M.O.S.I. si popolò dell’energia dei giovani virgulti apriliani come fu per la terra fatta dall’Onnipotente.
O.S.M.O.S.I. fa questo, proprio questo: spinge chi vi si immerge a farsi possedere dal demone della creazione. E della creazione insieme.
Ex Claudia, Polo CulturAprilia, ore 09,00, si spalancano le porte dei tre padiglioni e gli insegnanti faticano a contenere l’entusiasmo dei circa 150 studenti degli istituti “Matteotti”, “Toscanini” e “Pascoli”.
I ragazzi scendono dagli autobus messi a disposizione dall’amministrazione comunale: non saranno solo per loro, collegano il centro città per tutti i cittadini a intervalli regolari dal pomeriggio, a partire dalle 17,00 col San Michele di Piazza Roma a far da palina segnaletica.
Il percorso è pronto ad accogliere la curiosità di occhi fulgidi di malcelata impazienza, ma la loro attenzione è catturata dal mosaico floreale realizzato per l’occasione dall’associazione “Infiorata città di Aprilia”, all’ingresso del grande decumano centrale.
Da lì ci si sposta nella sala detta A, si entra dal fronte del polo CulturAprilia, troviamo i Laboratori delle Tradizioni, dell’Artigianato e della Scienza realizzati dalle associazioni ASD “Quattro Torri”, “MONTAGNA Libera”, Mestieri & Tradizioni”, “AIAP Amici del Presepio – Sezione di Aprilia”, “Radici con le ali”, “Ago, filo e fuselli” e “Lo Scrigno”.
Il passato incontra il futuro, rivive nei giochi che un tempo animavano le serate dei nostri nonni, soppiantati dal tubo catodico prima e dal plasma e dal led poi, negli arnesi da lavoro, fedeli compagni delle giornate trascorse nelle campagne pontine, nelle fini e raffinate trame dei merletti.
Poi via verso la sala B: laboratorio della creatività: le associazioni “Life per il miglioramento della qualità della vita”, “Frusta Politica” e “School Comix” propongono gli strumenti della comunicazione e del disegno creativo per la presa di coscienza dei propri diritti, come verga dissacrante verso potenti arroganti e autoriferiti.
Sala C: è la sala mostre dove vedrete all’opera le associazioni “La Bottega degli Artisti”, “A.N.P.I. – Associazione Nazionale Partigiani Italiani – Sezione di Aprilia” e lo scultore Giovanni Pellegrino ospite speciale. La storia d’Italia in guerra è narrata non solo con il tipico linguaggio delle immagini affisse ma anche con giochi di luce e sabbia.
La Sala D o aula consiliare ospita una redazione web, del blog dell’Istituto Comprensivo “Gramsci”, evoluzioni della comunicazione e dell’informazione al tempo del web (ricordate la conferenza sulla dipendenza da web della prima giornata?).
Non finisce qui una giornata che è sembrata non finire mai di stupire: alle 18,00 solenne inaugurazione alla presenza dell’assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Aprilia Francesca Barbaliscia che si è intrattenuta con le associazioni culturali, i cittadini e i professional coach Luciano Boccucci ed Emanuela Pellegrini per condividere un dibattito sul futuro culturale della città.
Alle 20 spazio alla musica e alla danza con Moisycos Ballet Academy sulle note della chitarra classica. Al termine della serata le associazioni “Archè”, “Kammermusik” e “MAGICA 7 MENTE” hanno performato tre quadri teatrali, ciascuno di dieci minuti, accomunati dal tema della donna sugli screenplay di “Filumena Marturano” di Edoardo De Filippo, “Tristano e Isotta”e “Yerma” di Federico Garcia Lorca.
Domani si prosegue con una intera giornata dedicata al premio Nobel Dario Fo, scomparso proprio il 13 Ottobre di un anno fa, e all’arte della finzione, del teatro della burla, del grottesco che sfida i potenti.