Home Ambiente Ladispoli, il Comune ribadirà alla Regione il no al ‘Bio’gas di Cupinoro

Ladispoli, il Comune ribadirà alla Regione il no al ‘Bio’gas di Cupinoro

“Mercoledì 25 ottobre il sindaco Grando ribadirà  al presidente Zingaretti il No a Cupinoro”

“Mercoledì 25 ottobre, insieme agli altri sindaci del comprensorio, sarò al Consiglio Regionale della Pisana per consegnare nelle mani del Governatore Zingaretti la lettera con cui i Comuni chiedono la revoca immediata dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) sugli impianti di Cupinoro“. A parlare è il sindaco Alessandro Grando che si prepara ad incontrare il presidente della Regione Lazio per ribadire la totale contrarietà del Comune di Ladispoli al progetto di impiantistica prevista nella discarica di Bracciano.

“Ribadiamo a viva voce – prosegue Grando – e con noi lo faranno i sindaci di Bracciano, Cerveteri, Anguillara, Trevignano e Manziana, che non vogliamo sulla via Settevene Palo la nascita di un centro per il trattamento dei rifiuti industriali di Roma con annesso impianto a biogas. La salute dei nostri figli non deve essere messa in pericolo da strutture che andrebbero a danneggiare un territorio da anni vittima di ogni sorta di abuso ambientale. Non vogliamo la resurrezione di Cupinoro e la contrasteremo in tutte le sedi possibili. Siamo certi che il presidente Zingaretti terrà in debita considerazione le sacrosante richieste di sei amministrazioni comunali che rappresentano oltre 200 mila cittadini. Nel contempo, invitiamo i cittadini di Ladispoli a partecipare in massa sabato 28 ottobre alla manifestazione contro la riapertura di Cupinoro che si terrà al Granarone a Cerveteri , organizzata e promossa dai comitati Riuniti”.