Home Ambiente RIQUALIFICHIAMO TORVAIANICA

RIQUALIFICHIAMO TORVAIANICA

Riqualificare Torvaianica, magari consentendo la vista del mare. E’ questo lo scopo dell’avviso pubblico firmato nelle scorse ore dal sindaco di Pomezia Enrico De Fusco e dal dirigente del settore ambiente, che, rifacendosi alla delibera di Consiglio comunale del 28 novembre 2007 con la quale l’assise indicava gli indirizzi ed il percorso per la riqualificazione della fascia costiera di Pomezia, si rivolge ai proprietari di aree o edifici che si trovano sulla litoranea. Coloro che si rendano “disponibili a: lasciare libere le aree prospicienti il mare; demolire gli edifici siti sulla fascia costiera e a ricostruire in altra ubicazione”, come si legge nel bando daranno un sostanzioso aiuto all’ambiente e, in cambio, non solo avranno la possibilità di costruire in un’altra zona, più interna, con una cubatura maggiore di quella attualmente in loro possesso, ma potranno avere una partecipazione al progetto di riqualificazione, visto che “Quota parte dell’edificazione complessivamente realizzabile, sarà riservata ai proprietari che aderiranno alla cessione delle aree, da destinarsi ad edilizia privata, e/o commerciale, e/o turistico-ricettiva”. \n\nTecnicamente, si tratta “di programmi di compensazione e/o perequazione ed all’applicazione del principio di giustizia distributiva, con la marginalizzazione dell’istituto espropriativo”, finalizzati, perlappunto, a recuperare aree da trasformare completamente, in modo da rendere Torvaianica un luogo un po’ più simile ad un centro turistico-balneare.\n\n”La nostra priorità – ha detto il sindaco Enrico De Fusco – è da sempre stata quella di riqualificare e rilanciare il nostro territorio”. Una decisione che va proprio in quella direzione, la stessa più volte ribadita: lavare lo scempio di anni di costruzioni e degrado. “Per la zona costiera è nostra intenzione – ha aggiunto il sindaco – agevolare progetti di investimenti e sviluppo volti a decongestionare aree interessate da particolare degrado urbano”. De Fusco non nega l’evidenza: la fascia costiera è compromessa da lunghi anni d’ intensa urbanizzazione. “A questo punto – così come è stato evidenziato in consiglio comunale nel 2007 – l’amministrazione ha individuato quale obiettivo primario quello di reperire spazi pubblici che permettano il godimento della vista del mare ed il raggiungimento dell’obiettivo volto a migliorare, appunto, la qualità di vita dei cittadini di Pomezia”. E con queste premesse, dunque, l’amministrazione comunale rende noto che il bando in avviso è finalizzato alla raccolta delle domande di partecipazione dei soggetti aventi titolo: disponibili alla demolizione e/o ricostruzione, in altra ubicazione, con premio di cubatura secondo l’entità della demolizione e che sono altresì disponibili a partecipare, con proprie aree, alla formazione di comparti da realizzarsi attraverso l’istituto della perequazione e/o compensazione.\n\nLe domande dovranno essere presentate in busta chiusa al protocollo generale del Comune entro le ore 12 del sessantesimo giorno decorrente dalla pubblicazione del presente bando all’albo pretorio del Comune di Pomezia oppure a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno al Comune di Pomezia – Piazza Indipendenza –00040 Pomezia.