Home News Cronaca Roma, quattro arresti per furto e atti vessatori

Roma, quattro arresti per furto e atti vessatori

In poche ore, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato, in due distinti interventi, quattro persone.

A finire in manette con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso sono stati due ragazzi e una ragazza di età compresa tra i 21 e i 27 anni, tutti con precedenti e provenienti dal campo nomadi di via Candoni.

Poco prima avevano forzato il portellone scorrevole di un furgone parcheggiato in viale Africa e una volta dentro, hanno tentato di impossessarsi di una costosa bicicletta del valore di 3.500 euro caricandola sulla loro auto. Un ”colpo grosso” sfumato per l’arrivo di una gazzella dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile che, avendo notato a distanza gli strani movimenti, hanno deciso di avvicinarsi per controllare. L’auto trovata in loro possesso è stata sequestrata mentre la bicicletta è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.
Gli stessi Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, poco dopo, hanno arrestato anche un 50enne romano, con precedenti, per atti persecutori nei confronti del padre, 77enne romano. 
I Carabinieri sono intervenuti in via di Monteverde dove hanno sorpreso il figlio mentre minacciava di morte il padre, titolare di un’officina meccanica, perché si era rifiutato di consegnargli denaro contante. Il figlio violento è stato bloccato e da successivi accertamenti è risultato peraltro destinatario della misura che gli impone il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dai genitori – emesso il 31 ottobre 2019 dal Tribunale di Roma – per precedenti episodi di violenza; è emerso inoltre che aveva compiuto gli stessi comportamenti persecutori anche nei giorni 27 e 28 del mese di agosto, entrambi denunciati dal padre.

Il 50enne è stato tradotto presso il carcere di Rebibbia.