Home News Cronaca Roma, Selva Candida: segnaletica stradale contraddittoria

Roma, Selva Candida: segnaletica stradale contraddittoria

Confusione a Via Casteggio generata dalla segnaletica stradale.

Immaginiamo un cittadino qualunque che si trovi a percorrere Via Rezzato (una delle strade principali del quartiere di Selva Candida) e vorrebbe svoltare in Via Casteggio (in direzione Via Taleggio) ma si trova davanti una segnaletica che crea confusione. Da un lato il cartello di divieto d’accesso, dall’altro l’obbligo di svolta.

A questo punto il malcapitato cittadino cerca un piglio di senso civico nella segnaletica orizzontale: semi-invisibile ma che lascia intuire che la strada è a doppio senso di marcia.

E in realtà, almeno stando alle Determinazioni Dirigenziali, sembrerebbe così.

Lo stesso vale per la svolta dall’altro senso. Da Via Taleggio in direzione Via Rezzato la segnaletica verticale indica ”strada a senso unico” ma quella orizzontale ”doppio senso di marcia”.

Fatto sta che una buona parte dei residenti sostiene che la strada sia a senso unico ma un qualunque cittadino sembra tecnicamente legittimato a sostenere il contrario. Come siamo arrivati a questa anarchia civica?

Facciamo un passo indietro al 2 Ottobre 2019 quando viene pubblicata la Determinazione Dirigenziale n. VT/72250/2019 che modificava la viabilità a causa dei lavori per il rifacimento di Via della Riserva Grande.

La D.D. prevedeva l’istituzione del senso unico di marcia su Via Casteggio e Via Garlasco dal 7 Ottobre 2019 al 7 Novembre 2019. Il periodo di durata dei lavori sul primo tratto di Via della Riserva Grande.

Fatto sta che i lavori iniziavano effettivamente il 24 ottobre 2019 e sono durati più di un mese.

Ma non è questo il punto.

Ciò che ci interessa è che sono trascorsi più di sei mesi e la segnaletica che doveva essere provvisoria non è stata rimossa facendo sì che l’abitudine diventasse consuetudine, creando confusione e possibili problemi di sicurezza.

Di norma, invece, la viabilità è modificata dalla Determinazione Dirigenziale che ha una durata espressamente indicata (indicando data di inizio e fine) o generica (utilizzando la dicitura “fino a fine lavori”).

Quindi, dato che il cantiere per quel tratto si è concluso da mesi, sarà forse ora di sistemare la segnaletica?