Home Ambiente Casello 45, cittadini in protesta contro la chiusura: dal 18 presidio ad...

Casello 45, cittadini in protesta contro la chiusura: dal 18 presidio ad oltranza

CONDIVIDI

La chiusura del passaggio a livello di Casello 45 per consentire la realizzazione del sottopasso e l’eliminazione del semaforo sta creando non pochi malumori tra i cittadini sia di Aprilia che di Nettuno, spaventati dalle inevitabili ripercussioni che ci saranno sul traffico e sulla vivibilità della zona.
Per questo i comitati cittadini “Sandalo”, “Colle dei Pini” e “Panzanelle” hanno organizzato una manifestazione di protesta, con presidio fisso ad oltranza, a partire dal 18 ottobre alle ore 7, allo scopo di impedire la definitiva chiusura del passaggio a livello prima dell’apertura della strada alternativa di via Vesuvio.

“La chiusura – spiegano – provocherà il collasso della circolazione interna: i veicoli degli abitanti di Sandalo di Ponente e di quelli provenienti dalla via Ardeatina (Lido dei Pini) saranno costretti ad attraversare il quartiere per raggiungere la Via Nettunense, passando per via Cipriani a Sàcida-Padiglione (Anzio)”.

“In particolare – proseguono – via Lago Maggiore (parallela a via dei Laghi/Via Cavallo morto) e via Taglio delle Cinque Miglia (parallela a via Cipriani/via Spadellata, ad Anzio) saranno interessate da un aumento considerevole di traffico”.

Per quanto riguarda la parte di competenza del Comune di Nettuno, è stato ripetutamente scritto all’amministrazione comunale, segnalando che “via Lago Maggiore versa in uno stato pietoso, così come via Taglio delle Cinque miglia: alcuni tratti mancano di asfalto e ci sono buche gigantesche; via Taglio delle Cinque miglia è anche completamente sprovvista di pubblica illuminazione”.

“Sembra superfluo sottolineare che, se non verranno presi provvedimenti, il Comune di Nettuno si assumerà la corresponsabilità degli incidenti stradali che si verranno eventualmente a creare”, sottolineano i cittadini.

Il Comune di Nettuno è naturalmente a conoscenza della prossima chiusura del punto indicato e, come fanno sapere dall’ente, ha partecipato agli incontri che si sono svolti in Regione Lazio con gli interlocutori coinvolti; sarà definita prossimamente la data di un nuovo appuntamento volto a definire ulteriori dettagli tecnici sulla questione.

“L’Amministrazione ha inoltre preso contatti con il servizio che garantisce il trasporto scolastico e con il servizio del trasporto locale per individuare, anche rispetto a questi aspetti, gli itinerari e gli orari. Nelle intenzioni dell’Amministrazione, non appena ci saranno ulteriori elementi definiti, c’è la volontà di invitare i cittadini e i comitati di quartiere coinvolti per un incontro informativo sulle soluzioni tecniche che verranno individuate”.

Risposta che non ha soddisfatto i residenti a Nettuno, che hanno quindi organizzato il sit-in di protesta.

Da parte loro, neanche i cittadini di Aprilia sono felici della chiusura e puntano il dito sull’amministrazione comunale, colpevole di non aver mantenuto gli impegni presi lo scorso anno nel corso di un sopralluogo nella zona, quando il sindaco Antonio Terra, non ha parlato di chiusura del passaggio al livello, ma sostenendo invece che sarebbe stata fatta una strada di circa 500 metri parallela al tracciato ferroviario, che avrebbe dovuto collegare “il quartiere Casello 45 con la nuova area del parcheggio di Campo di Carne”, con vantaggi per la circolazione e per i pendolari.

CONDIVIDI