Home Cultura PREMIO LETTERARIO “AIRONE D’ORO”: TORNA LA CULTURA AD ARDEA

PREMIO LETTERARIO “AIRONE D’ORO”: TORNA LA CULTURA AD ARDEA

CONDIVIDI

La Cultura di scena ad Ardea. Presso la prestigiosa sede del Golf Club di Roma si è svolta, nella serata di ieri, la cerimonia di premiazione della Seconda Edizione del Premio di Narrativa, Poesia e Saggistica “L’Airone d’oro”; l’evento, dopo la sua prima apparizione nel lontano 1993, ha visto protagonisti, oltre agli artisti premiati, ospiti del mondo della politica locale, quali ad esempio Tonino Abate, e dello spettacolo, una su tutte Carmen Morello, per una serata davvero molto intensa, con l’obiettivo principale di rilanciare la Cultura in un territorio non molto propenso ad ospitare iniziative di questo tipo. A fare gli onori di casa lo scrittore nettunese Rodolfo Baldassarri, autore tra le altre di “In riva al mare” ( 3500 copie vendute e tradotto in diverse lingue), il quale, prima di dar inizio alla premiazione delle opere, ha voluto ripercorrere brevemente la storia di questa particolare manifestazione giunta alla seconda edizione dopo una pausa durata quasi 20 anni, sottolineando al contempo l’importanza di riproporlo quale evento dall’alto spessore culturale; non sono mancati inoltre i ringraziamenti a coloro che hanno creduto nel progetto, una fra tutti l’artista Anna Maria Camboni, nonché la volontà ferma di procedere per il prossimo anno, in occasione del ventennale dalla nascita del premio, con una terza edizione. “Quello che mi ha colpito di più – ha voluto evidenziare in chiusura d’intervento Baldassarri – è stato la provenienza dei 43 elaborati in concorso: Puglia, Campania, Umbria, Toscana, solo per citarne alcune, per un risultato davvero inaspettato che ci riempie di orgoglio e soddisfazione” .

I riconoscimenti speciali – I primi ad essere premiati sono stati alcuni degli ospiti presenti ognuno dei quali, in base alla professione o passione esercitata, hanno contribuito alla riuscita dell’evento. A tal proposito non poteva mancare un riconoscimento particolare ad Anna Maria Camboni, la quale, parole queste di Baldassarri, “non ha ricevuto dal territorio, in termini di premi o simili, quanto in realtà si sarebbe meritata per la lunga attività svolta”; “ecco perché” – ha proseguito lo scrittore – “con questo piccolo gesto voglio parzialmente rimediare, anche e soprattutto per il ruolo giocato, assolutamente fondamentale, nell’organizzazione di questa kermesse”. Lo scrittore ha poi elogiato l’attrice-presentatrice Carmen Morello per la partecipazione in veste di “lettrice” – e non solo – dei componimenti premiati; prendendo la parola, la showgirl ha voluto sottolineare il suo ruolo di “portatrice di arte”, mostrando grande soddisfazione per l’invito ricevuto; nel proseguire con i ringraziamenti Baldassarri ha consegnato pergamene ricordo ad Edoardo Ferri, Direttore della ASL di Pomezia, tuttavia qui in veste di scrittore, e a Daniele Occhiodoro, Presidente del Consorzio Mare di Roma.

I vincitori – Il concorso, suddiviso in tre categorie, Poesia, Saggistica e Narrativa, prevedeva dei sotto-temi sui quali incentrare l’opera; per quanto riguarda il primo raggruppamento citato, classificate a pari merito Mary Potenza e Daniela Taliana autrici di componimenti a “tema libero”, mentre il secondo piazzamento, nella medesima sezione, è andato a Concetta Tina Galibardi. Nella sezione poesia con argomento “Il Mare” è stata invece la poetessa Gioia Molinari ad aggiudicarsi il prestigioso premio. Passando alla seconda tipologia di componimenti in concorso, la Saggistica, un premio speciale se lo è aggiudicato la giovane scrittrice Alice trastulli con il brano: “A Tor San Lorenzo”, opera breve sul territorio descritto in maniera eccezionale, “senza essere né troppo dura né troppo morbida bensì un racconto puntuale di quello che effettivamente è Tor San Lorenzo” nelle parole di Rodolfo Baldassarri; nell’ultima categoria, la narrativa, trionfo nella sezione “Tema Libero” per la scrittrice Silvia Matricardi con il racconto “Masuria” (la fata che visse migliaia di anni). Per il tema “Il Mare” la Palma d’oro se la è invece aggiudicata Francesca Tartaglia con il racconto: “La sirena di tutti i mari.” Le opere premiate sono state lette dall’attrice Carmen Morello per quanto riguarda le poesie, e dagli autori nel caso della narrativa.

Luca Mugnaioli

(Foto: Dario Mugnaioli)

 

CONDIVIDI