Home Ambiente Nettuno, troppe prostitute: il Commissario interviene con un’ordinanza

Nettuno, troppe prostitute: il Commissario interviene con un’ordinanza

ORDINANZA ANTI PROSTITUZIONE: SERVIRA'?

Fenomeno della prostituzione troppo diffuso, il commissario prefettizio del Comune di Nettuno Bruno Strati opta per un provvedimento ad hoc. Così, avverso l’attività esercitata dalle ‘lucciole’ e contro i clienti, arrivano tutta una serie di prescrizioni e divieti. 

Innanzitutto sarà vietato anche solo fermarsi dinanzi alle prostitute “per richiedere prestazioni sessuali a pagamento a bordo di veicoli” o chiedere semplicemente informazioni, Chi violerà tale precetto rischia una multa fino a 500 euro. 

Recita il testo: “In tutto il territorio comunale è fatto divieto a chiunque di esercitare la domanda di prestazioni sessuali a pagamento condotta a bordo di veicoli circolanti sulla pubblica via. La violazione de quo si concretizza nella fermata del veicolo di cui il soggetto attivo risulta alla guida, al fine di richiedere informazioni, ovvero contrattare, ovvero concordare prestazioni sessuali a pagamento, con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada o che per l’atteggiamento, ovvero per l’abbigliamento, ovvero per le modalità comportamentali, elementi questi relazionati alle condizioni di tempo e di luogo, manifestano comunque l’intenzione di esercitare l’attività consistente nella fornitura di prestazioni sessuali a pagamento. Consentire la salita sul proprio veicolo di uno o più soggetti come sopra identificati, costituisce conferma palese dell’avvenuta violazione della presente Ordinanza”.

Ma col documento si tenta anche di porre un freno alla presenza in strada di prostitute vietandone l’attività: a controllare ci saranno Polizia Locale e forze dell’ordine.