Home Ambiente Ostia, Retake Roma #AcchiappaLaPlastica sul Litorale Romano: arriva l’incoraggiamento del Ministro Bonafede

Ostia, Retake Roma #AcchiappaLaPlastica sul Litorale Romano: arriva l’incoraggiamento del Ministro Bonafede

Il World Coastal Clean-Up Day tocca quest’anno anche la località di Ostia, che grazie all’impegno di Retake Roma si attiverà nella raccolta di rifiuti plastici all’interno del X Municipio di Roma Capitale e le sue coste. 

Nell’evento denominato “#OstiaAcchiappaLaPlastica” proprio per riportare un maggiore decoro nei nostri quartieri e i nostri spazi, i volontari cercheranno per l’appunto di limitare i fenomeni di degrado presenti in questo quadrante romano.

Un dovere civico volto all’obiettivo di migliorare la vivibilità delle nostre zone e soprattutto cambiare marcia alla condizione dei nostri spazi ambientali, spesso lasciati in balia del degrado più totale con gravi ripercussioni su quegli habitat naturali qui presenti. Nel concreto parliamo della Pineta di Castel Fusano e il mare che bagna la località di Ostia Lido, dove per l’enormità di rifiuti troppe specie animali e vegetali non vivono una situazione di regolare vivibilità. Situazioni al limite del drammatico, considerato come negli anni passati la forte presenza di immondizia nelle zone ambientali prendendo fuoco ha dato vita a disastrosi incendi: basti ricordare quelli legati alle fiamme che hanno toccato la Pineta delle Acque Rosse o la stessa di Castel Fusano, dove bruciarono tanti ettari di vegetazioni e tante specie animali persero la vita per quei doli indomabili.

L’iniziativa che oggi si svolgerà contemporaneamente in 150 Paesi del mondo come il Giappone e le Hawaii, ha visto l’appoggio anche delle autorità governative facenti riferimento all’esperienza del Governo Conte Bis. Ai volontari di Retake Roma è arrivato il plauso di Alfonso Bonafede, attuale Ministro della Giustizia.

Il ministro Bonafede in una lunga lettera ha dichiarato in merito: “Buongiorno a tutti,
ringrazio Retake Roma per l’invito rivoltomi a partecipare all’evento di bonifica ambientale e raccolta dei rifiuti abbandonati nel Municipio X di Roma, promosso nell’ambito dell’International Coastal Cleanup Day. Mi scuso per non aver potuto essere personalmente presente alla vostra bellissima iniziativa, ancor più significativa perché testimonia la capacità di questo territorio di riscattarsi, di fare della difesa della legalità e della valorizzazione del proprio tesoro ambientale la propria cifra distintiva. Un territorio dotato delle energie e degli anticorpi necessari per respingere in modo netto le mire distruttive della criminalità“.

Ha proseguito il membro del Governo: “Ci tenevo, pertanto, a esprimere agli organizzatori, ai volontari e a tutti i cittadini presenti il mio sincero apprezzamento per la scelta di impegnarsi concretamente a tutela del bene più prezioso di cui disponiamo: il meraviglioso patrimonio naturale del nostro Paese. La vostra azione per la salvaguardia dell’ambiente cittadino e per la conservazione del paesaggio marino rappresenta un investimento per il futuro dell’intera collettività. Iniziative come la vostra sono di fondamentale importanza per sensibilizzare le coscienze dei cittadini rispetto a temi sempre più centrali nell’agenda politica globale”.

Ha proseguito Alfonso Bonafede: “Grazie a progetti come quelli che promuovete si lancia un messaggio di speranza e uno stimolo alla partecipazione consapevole, all’assunzione di responsabilità e alla riscossa civica. Solo attraverso il coinvolgimento dei cittadini e l’impegno quotidiano di ciascuno di noi è, infatti, possibile raggiungere l’obiettivo di preservare la bellezza, la qualità della vita e la salubrità delle nostre città. Da parte mia ci tengo a sottolineare l’indissolubile legame che unisce il rispetto delle regole e la difesa della natura, la legalità e la sostenibilità ambientale”.

Ha concluso il Ministro della Giustizia: “Chi commette un reato contro il patrimonio naturalistico, chi inquina il mare o il sottosuolo, chi abbandona rifiuti illegalmente, si macchia di un delitto grave, con conseguenze dannose per tutta la società. Di questo è fondamentale essere consapevoli. Il vostro invito alla mobilitazione e all’impegno civico favorisce in modo tangibile questa consapevolezza, specie da parte delle giovani generazioni, e contribuisce al processo di sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese. Ringraziandovi ancora per la passione e la generosità con cui avete promosso quest’iniziativa vi saluto cordialmente e vi rinnovo la disponibilità al confronto e alla collaborazione”.

Sostegni alla “Giornata Mondiale contro la Plastica” arrivano dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro all’Ambiente Sergio Costa