Connettiti con noi

Circeo, Sabaudia, Gaeta, Fondi, Formia e Terracina

Latina, bollo auto intestato a parenti deceduti: sanzioni della Finanza per oltre 20mila euro

Pubblicato

il

Esenzione bollo auto intestata a parenti decedeuti, i controlli delle Fiamme Gialle

Beneficiavano indebitamente dell’esenzione del bollo auto in quanto la tassa era intestata a familiari deceduti. La ‘furbata’ però non è andata avanti per molto e i militari del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Latina hanno smascherato le irregolarità e sanzionato amministrativamente 24 persone per oltre 20mila euro.

Leggi anche: Vanno in vacanza con 1 milione di euro in contanti nascosti nel passeggino: fermati dalla Finanza

Non comunicano la morte dei familiari per non pagare il bollo

Gli approfondimenti hanno riguardato una platea di soggetti fiscalmente residenti e/o domiciliati nei Comuni del Sud-Pontino e si sono soffermati sulla disamina dei requisiti legittimanti l’accesso all’ esenzione dal pagamento del bollo auto, riconosciuta per legge ai portatori di handicap gravi o dei familiari cui gli stessi risultino fiscalmente a carico.
Attraverso un’analisi di rischio condotta con le banche dati a disposizione del Corpo sono state estrapolate le posizioni connotate da evidenze di irregolarità da un elenco di oltre 300 identificativi fiscali, riconducibili a soggetti intestatari di veicoli circolanti perché dotati di copertura assicurativa RCA e risultanti allo stato beneficiare dell’agevolazione in questione.

I controlli 

L’attività di analisi si è articolata in due fasi. La prima è consistita nell’esame documentale dei dati acquisiti presso gli Enti pubblici competenti, mentre la seconda + stata invece catratterizzata dai riscontri fattuali sulla reale posizione degli automezzi e sulla composizione del nucleo familiare degli istanti.

Leggi anche: Guardia di Finanza, controlli contro l’assenteismo alla Asl di Pomezia

Le irregolarità 

All’esito degli accertamenti è emersa una situazione di grave irregolarità. Nei confronti dell’8% delle posizioni controllate, i familiari dei soggetti beneficiari dell’agevolazionerisultati deceduti — hanno omesso di comunicare l’avvenuto decesso, continuando così a beneficiare indebitamente dell’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica.

Le sanzioni 

In conformità ad un consolidato indirizzo giurisprudenziale, nei loro riguardi ha trovato applicazione l’art. 316–ter, comma 2 del c.p., nella parte in cui prevede che qualora la somma indebitamente percepita sia pari o inferiore ad € 3.999,96 si applichi la sanzione amministrativa non superiore al triplo del beneficio conseguito. Sono state quindi accertate sanzioni amministrative per complessivi 22 mila euro nei confronti di 24 soggetti.

Roma, controlli anti corruzione della Guardia di Finanza: 7 persone nei guai

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy