Home Comunicati stampa Asl Roma 6, dopo l’interrogazione di Giannini (Lega) attivati i test sierologici...

Asl Roma 6, dopo l’interrogazione di Giannini (Lega) attivati i test sierologici per la popolazione

In merito al nostro articolo del 27 giugno “Asl Roma 6: lo strano caso dei test sierologici bloccati nelle strutture pubbliche” il consigliere regionale Daniele Giannini della Lega, ha presentato un’interrogazione nella giornata di ieri. Nella richiesta il consigliere membro della commissione Sanità, ha chiesto al Presidente Zingaretti l’attivazione dei Test per i 600mila utenti del distretto Sanitario avvallato dal Senatore Gianfranco Rufa:

“Quanto sta avvenendo sul territorio dell’Asl Roma 6, con gli utenti impossibilitati ad effettuare i test seriologici presso i presidi ospedalieri di Anzio e Frascati, conferma la gestione fallimentare con cui la giunta Zingaretti sta affrontando l’emergenza sanitaria”. Cosi’ il senatore della Lega Gianfranco Rufa e il consigliere regionale Daniele Giannini (Lega) che, sulla vicenda, ha presentato anch3 un’interrogazione in merito. “Trascorsi due mesi dall’adozione dell’atto con il quale la Regione ha diffuso l’elenco dei laboratori di analisi in grado di eseguire i test seriologici- proseguono gli esponenti leghisti- registriamo con stupore che in un’azienda sanitaria con un bacino di utenza che sfiora i seicentomila residenti, i cittadini, per effettuarli, sono costretti a rivolgersi alle strutture private per l’incomprensibile indisponibilita’ di quelle pubbliche. 
Una richiesta che ha avuto effetto immediato perché l’Asl roma 6, dopo due mesi in una nota inviata nella serata di ieri ha attivato i presidi ospedalieri per l’effettuazione dei test quali: l’Ospedale Colombo di Velletri, gli Ospedali Riuniti di Anzio e Nettuno e l’ospedale di Ariccia. Tolto dalla lista l’ospedale di Frascati riportato nella determina del 13 maggio.