Home Cultura IMPRESA E UNIVERSITA’ SI INCONTRANO A POMEZIA

IMPRESA E UNIVERSITA’ SI INCONTRANO A POMEZIA

Si è svolto ieri presso il Campus degli Studi e delle Università di Pomezia il workshop “Impresa e Università. Responsabilità sociale di Impresa: campi di applicazione per la crescita della performance aziendale”.\n\nIl seminario si inserisce nel Progetto di Informazione e sensibilizzazione degli stakeholders sulle linee Guida OCSE e sulla Responsabilità Sociale di Impresa, promosso dalla Direzione Generale per la Politica Industriale e la Competitività e dal PCN Punto di Contatto Nazionale e realizzato dall’Istituto G. Tagliacarne, attivo per la promozione della cultura economica, in collaborazione con CONFAPI- Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria Privata. \n\nL’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di accrescere la conoscenza delle norme e dei principi di comportamento responsabile, suscitando riflessioni sull’impatto positivo che esso ha sullo sviluppo economico e sociale del territorio, insieme a quanti sono per diversi aspetti “portatori di interesse” rispetto al tema della Responsabilità Sociale.\n\nIl convegno si è aperto con l’intervento del Direttore scientifico del Campus degli Studi e delle Università di Pomezia, il prof. Alessandro Ceci, il quale ha illustrato la struttura dei corsi di laurea istituiti dall’Università LUM (Libera Università del Mediterraneo) grazie alla convenzione con CONFAPI. \n\nAl Campus di Pomezia sono in attivazione il corso di Laurea Triennale in Diritto dell’Impresa che si articola in due curricula professionalizzanti: Giurista d’Impresa ed “Esperto in Pubblica Amministrazione”. Nel suo discorso “Modello di Responsabilità Sociale” il professore ha definito tale strumento applicato agli Stati, parte integrante dell’elaborazione di uno dei 7 Laboratori di Ricerca del Campus, quello di Conflittologia. Questo modello apre grandi prospettive di collaborazione tra il Campus di Pomezia, l’Istituto G. Tagliacarne e i soggetti interessati; lo stesso convegno ne rappresenta lo start-up. A conclusione del suo intervento, il prof. Ceci ha espresso alcune riflessioni di carattere politico-economico, esaltando il ruolo delle Piccole e Medie Imprese nel panorama industriale italiano.\n\nSuccessivamente, il prof. Stefano Pratesi, politologo del Dipartimento “Soggetto Giuridico e Politico” del Campus di Pomezia ha parlato di “Strumenti di Rendicontazione Sociale e Social Communication”. Interrogandosi sulla possibile Responsabilità Sociale dell’ Impresa, il professore ha definito i concetti di stakeholder, governance e social communication nel sistema imprenditoriale.\n\nA seguire, la Dott.ssa Annapia Ragone dell’Istituto G. Tagliacarne, ha presentato l’iniziativa CONFAPI voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico al fine di diffondere sul territorio nazionale il tema della Responsabilità Sociale attraverso le Linee Guida dell’OCSE. Esse rappresentano un “punto di arrivo”, dal momento che costituiscono un vero e proprio compendio che tocca tutti i temi d’azione dell’Impresa; sono inoltre un punto“di partenza”poiché favoriscono il legame tra Etica e sviluppo economico.\n\nL’intervento conclusivo è stato tenuto da Marco Caputo – Consulente e Formatore, il quale ha illustrato quali sono i vantaggi di una gestione responsabile delle Risorse Umane in ottica di diversità, occupandosi di “RSI e Diversity Management: una scelta strategica per l’Impresa”. Attraverso numerose esemplificazioni il Dott. Caputo ha delineato i parametri gestionali che rendono un’azienda “socialmente responsabile”: Trasparenza, Occupazione e Relazioni industriali, Tutela dell’ambiente, Lotta alla corruzione, Interessi del consumatore, Scienza e tecnologia, Concorrenza e Fiscalità, ponendo particolare attenzione ai casi di mobbing e agli obiettivi customer satisfaction e time saving. La cultura d’impresa deve essere rinnovata attraverso il passaggio da creazione di valore a utilità sociale, sfruttando le Risorse Umane e valorizzando le pari opportunità. Il workshop è stato fonte di dibattiti, riflessioni e testimonianze, suscitando il profondo interesse dei partecipanti.