Home Cultura MUSICA…. IN VIAGGIO

MUSICA…. IN VIAGGIO

Mobilità ed arte: questo il binomio su cui l’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Roma ha puntato per riqualificare le stazioni ferroviarie, tra cui anche quella di Pomezia, dove giovedì 25 novembre, alle ore 19.00 avranno inizio gli incontri previsti nel progetto “Scambio: Musica nelle stazioni”. Il progetto, a cura di Maria Sandrelli e Luna Caprese, è realizzato dall’associazione King Kong Studios in collaborazione la Provincia di Roma nell’ambito del programma “Prevenzione mille”. “Scambio” prevede, da novembre fino a marzo 2011, prove e lezioni musicali gratuite in alcune stazioni COTRAL e FS della Provincia di Roma, tra le quali figura S. Palomba. Le prove musicali, a vista, con tanto di fisarmonica e grancassa, si svolgono proprio durante l’arrivo e la partenza di autobus e treni, per preparare una versione della Carmen di Bizet che vedrà, alla fine del progetto, la partecipazione di attori e musicisti con tanto di Banda Musicale del Comune di Colonna. Gli incontri che si terranno a Pomezia saranno 6, ciascuno di circa 3 ore, a partire proprio dal 25 novembre. Ogni incontro prevede uno stage di canto con lezioni, provini, elaborazione delle prime scene della Carmen di Bizet, riprese video e decoupage delle scene. Il progetto è stato patrocinato anche dal Comune di Pomezia, dopo che l’Associazione King Kong Studios ha presentato il progetto agli Assessori Arciero e Mirarchi. «Abbiamo subito manifestato il nostro interesse verso il tipo di intervento da loro proposto», ha dichiarato l’Assessore Anna Mirarchi. «La Stazione di Santa Palomba è distante dal centro città, è una zona di passaggio e come in tutti i luoghi poco vissuti si potrebbero innescare problematiche di devianza. Questo intervento si basa su un concetto alternativo di riqualificazione urbana che propone una politica di sicurezza che passa attraverso interventi di carattere sociale e culturale e non di repressione. Per tale motivo abbiamo voluto patrocinare e sostenere questa iniziativa». Dello stesso avviso l’Assessore Stefano Arciero, secondo cui «rendere viva la Stazione di Santa Palomba è la migliore e più civile forma di contrasto ai fenomeni di illegalità presenti in questa zona». «La strada per contrastare fenomeni di microcriminalità e prostituzione – ha commentato l’Assessore – molto spesso non è quella di ricorrere alla forza ed alla repressione, che finisce per colpire i più deboli, ma quella di occupare in ogni modo quegli spazi con attività legali».