Connettiti con noi

Ultime Notizie Economia

Bonus condizionatori e tende da sole 2023: a chi spetta e come richiederlo

Pubblicato

il

blackout

Con la manovra del Governo di Giorgia Meloni, anche il bonus condizionatori è stato rinnovato per tutto il 2023. Tale contributo servirà a comprare un nuovo condizionatore, oppure sostituirlo. Questo sistema permetterà di avere una detrazione tra 50% e il 65%, grazie all’utilizzo di uno dei aiuti previsti nella materia edilizia. Il pagamento per l’installazione del nuovo condizionatore, per avere l’aiuto, dev’essere tracciato e soprattutto comunicato a ENEA.

Per l’anno 2023, arriva il bonus tende da sole. L’agevolazione, come sappiamo, è stata confermata dal Governo di Giorgia Meloni anche per il prossimo biennio, con l’aiuto che potrà essere quindi utilizzato fino al 2024. Tale agevolazione, prevede il 50% di detrazione fiscale fino a 60 mila euro, con queste spese che devono essere effettuate per impianti di schermatura dai raggi sociali, rimozioni degli stessi impianti od opere accessorie affini. 

Come funziona il bonus condizionatori per il 2023?

Nell’ultima Legge di Bilancio 2023, è stato rinnovato il bonus condizionatori, al fine di poter permettere questo oggetto domestico a tutte le famiglie italiane. Il bonus ha vari criteri da seguire, specie quelli legati al risparmio energetico. Ecco perchè vengono quindi consigliati a risparmio energetico o addirittura a pompa di calore. Ma come si può ottenere il famigerato bonus?

Serve anzitutto che avvengano dei lavori edilizi sull’immobile dove si abita. Tra questi, sono riconosciuti la manutenzione straordinaria, il restauro, la ristrutturazione o il risanamento conservativo. Tra queste, vengono considerate valide anche le manutenzioni ordinarie o straordinarie su parti di edifici comuni residenziali. La tipologia di bonus varia a seconda dell’intervento edilizio che viene messo in atto sullo stabile.

Cosa c’è da sapere sul bonus tende da sole?

Anzitutto, come richiediamo questo bonus? I cittadini interessati dovranno andare sul sito dell’ENEA (ovvero “Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile”), richiedendolo attraverso la sezione “Detrazioni fiscali”. Sul sito dell’ENEA, la comunicazione dovrà essere effettuata entro i 90 giorni prima del completamento dell’installazione o delle prove ingegneristiche per l’impianto di schermatura contro i raggi solari.

La detrazione vedrà coperti non solo i costi per l’installazione dell’impianto, ma anche quelli legati all’ottenimento della documentazione dei professionisti richiesta dall’ENEA. Dall’incentivo, però, saranno escluse le spese per le sostituzioni o le installazioni di singoli componenti, oltre che quelli delle riparazioni su questi impianti. Gli impianti installati nelle pareti dell’edificio, non dovranno essere rimovibili, ma bensì definitivi e integrati all’interno dello stabile condominiale. 

Truffa da 17 milioni con il bonus facciate: usavano i soldi per nuove attività commerciali

Impostazioni privacy