Connettiti con noi

Ultime Notizie Economia

Gucci accetterà Bitcoin nei suoi negozi: un altro marchio italiano di alta moda ad abbracciare le criptovalute

Pubblicato

il

Bitcoin e criptovalute

In questi giorni c’è stato un altro piccolo passo avanti per le criptovalute, ed in particolare i Bitcoin. A   partire dalla fine di maggio 2022, Gucci inizierà a sperimentare l’accettazione di criptovalute nei suoi negozi negli Stati Uniti ed in particolare nelle città di New York, Atlanta, Miami, Las Vegas e Los Angeles. I Bitcoin, comunque, non saranno le uniche criptovalute accettate e i pagamenti saranno disponibili anche in:

  • Ethereum
  • Litecoin
  • Dogecoin
  • Shiba Inu
  • Bitcoin Cash
  • Wrapped Bitcoin
  • Stablecoin (GUSD, USDC, USDP, DAI e BUSD)

Il sistema dovrebbe semplicemente consistere nell’invio di un codice QR con il quale il compratore potrà effettuare il trasferimento di denaro.

Questa non è l’unica novità del marchio Gucci relativa al mondo virtuale. È stata infatti annunciata anche Supergucci, una collaborazione con Superplastic per una collezione di NFT che riunisce il lavoro del direttore creativo Gucci Alessandro Michele con il duo digitale Janky & Guggimon.

La crescita delle criptovalute

La notizia può sembrare sorprendente ma, in realtà, dimostra quanto le criptovalute si stiano integrando nella nostra società. Da quando Bitcoin è stata lanciata nel 2009, moltissime altre criptovalute sono state create e ad oggi ce ne sono circa 18000 al mondo. Le valute alternative hanno raggiunto un livello di accettazione davvero altissimo nel corso degli anni, con un picco durante il 2021.

Col crescere della popolarità delle criptovalute, sono state create anche moltissime aziende che offrono servizi bancari per scambiare le criptovalute in valute più convenzionali (come Euro, Dollari, Sterline, eccetera). Molte di queste, però, non risultano essere molto “user friendly” e, delle volte, persino controllare i tassi di cambio risulta un po’ difficile.

Non sempre è semplice trovare una piattaforma su cui imparare di più sulle criptovalute in generale e, allo stesso tempo, tenere sott’occhio le variazioni di prezzo e poter prelevare o scambiare valute. In questo caso, visitar Zonda può aiutare a risolvere questo problema e avere una visione più facile e dettagliata dell’andamento di alcune criptovalute.

Per molti, infatti, i Bitcoin non sono una semplice moneta per acquistare in maniera sicura ma un metodo per investire. Avere una buona piattaforma su cui seguire gli sviluppi, comprare, vendere e scambiare criptovalute può essere di grande aiuto.

Le aziende che accettano criptovalute

Gucci in realtà non è il primo marchio di moda ad accettare le criptovalute. Negli ultimi anni, ci sono stati altri marchi che hanno iniziato ad accettare Bitcoin e altre valute simili. Un altro gruppo abbastanza importante a permettere ai suoi clienti di pagare con criptovalute è Philipp Plein. Il brand tedesco permette questo genere di transazioni sia nei negozi fisici che sui suoi siti internet in tutto il mondo.

Fuori dal campo della moda, le criptovalute hanno già avuto un discreto successo in termini di accettazione da parte di marchi importanti. Tra questi ci sono Microsoft, Twitch, Rakuten e persino alcune compagnie aeree come la Air Baltic. Altre grandi aziende, invece, hanno deciso di sperimentare ancora e permettono i pagamenti in criptovaluta solo attraverso canali alternativi, su tutte Amazon e Starbucks.

Insomma, le criptovalute si stanno pian piano mettendo sullo stesso livello delle valute tradizionali e non sarebbe così impossibile aspettarsi che nel futuro prossimo diventino un metodo di pagamento comune.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy