Connettiti con noi

Cronaca

Mercato immobiliare: il Lazio è al secondo posto nella compravendita di immobili

Pubblicato

il

Secondo le statistiche, nel 2017 il Lazio si è riconfermato la seconda regione italiana per il numero di compravendite di immobili superando le 60.000 transizioni, in termini di percentuale parliamo dell’11% delle compravendite immobiliari in Italia.

Un risultato positivo da cui si evincono chiari segnali di ricrescita economica, ottenuto anche grazie al contributo di una figura professionale sempre più richiesta: il Valutatore Immobiliare Qualificato.

Non è un caso dunque che, secondo i dati raccolti dall’ente di formazione professionale Pedago, il numero di professionisti che scelgono di specializzarsi in questo determinato settore sia in forte aumento, ma scopriamo nel dettaglio quali sono i criteri e i requisiti necessari per effettuare la valutazione degli immobili.

Criteri di Valutazione Immobiliare

 

Per calcolare in maniera efficiente e veridica il valore di mercato di un edificio, il valutatore immobiliare deve adottare dei criteri univoci e condivisi a livello nazionale, come quelli del Codice delle Valutazioni Immobiliari stilato da Tecnoborsa.

Le fasi secondo cui procedere sono le seguenti:

  • effettuare una valutazione quantitativa oggettiva delle consistenza dell’immobile, misurando le superfici e i volumi interessati;
  • procedere con l’individuazione del segmento di mercato, identificando la quotazione dell’immobile secondo i valori dell’OMI;
  • effettuare una valutazione dei coefficienti di merito, ovvero taglio, livello del piano e categoria catastale;

 

Va specificato che nella valutazione effettuata nell’ultima fase viene prestata molta attenzione anche ad altri elementi che influenzano il valore dell’edificio, ovvero:

  • posizione;
  • tipo di riscaldamento;
  • grado di luminosità;
  • grado di esposizione;
  • visuale;
  • stato di conservazione dell’immobile;

 

I Requisiti del Valutatore Immobiliare

Pur non essendo prevista l’iscrizione ad un albo, i requisiti necessari al professionista che intende calcolare il valore di un immobile sono stabiliti dalla norma UNI 1558:2014.

 

  • esperienza triennale nel campo immobiliare;
  • diploma di istruzione di secondo grado;
  • conoscenze in materia di urbanistica, economia, diritto, estimo, catasto, matematica finanziaria, statistica.
  • competenze nella redazione di rapporti di valutazione secondo i metodi scientifici IVS e EVS.

Il possesso di tali requisiti deve essere verificato e certificato da un ente titolato ISO/IEC 17024:2004, a tale scopo è obbligatorio frequentare dei corsi di formazione riconosciuti, superare l’esame finale ed ottenere l’attestato qualificante.

 

Va sottolineato il fatto che un numero crescente di professionisti sceglie di seguire dei corsi di Valutazione Immobiliare online, che permettono loro di acquisire conoscenze e competenze adatte valutare gli immobili con criteri e parametri adeguati e margini di errore minimi, nel totale rispetto delle normative vigenti, senza vincoli di tempo e spazio, direttamente dal loro Pc o dai dispositivi mobile.

 

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it