Home News Cronaca Fiumicino, arriva Spaghettongola: il festival più ‘mangereccio’ dell’estate laziale

Fiumicino, arriva Spaghettongola: il festival più ‘mangereccio’ dell’estate laziale

spaghettongola

Spaghettongola sbarca a Fiumicino. Spaghetti alle vongole, soutè, antipasti di mare e non solo. Alla Spaghettongola si mangia ma ci si diverte anche. Poco più di due settimane e poi dal 2 all’11 agosto a Fiumicino (Parco Tommaso Forti, via Lorenzi Bezzi) aprirà i battenti la festa più mangereccia e cool dell’estate laziale. Due menù: classico e deluxe che saranno svelati nei prossimi giorni. E un programma spettacoli da ‘urlo’.

Il programma di Spaghettongola a Fiumicino

Si apre venerdì 2 agosto con il doppio appuntamento con il festival canoro. A seguire ‘Era Beat’ in concerto. Sabato grande appuntamento con le cover dei Pooh e lo spettacolo dei ‘Viva in Concerto’. Domenica liscio con Roberto e Daniela in tour e poi ‘Le Tarantole’ ritmi e danze dell’Italia centro sud. Lunedì 5 agosto apre Giò Croce e poi la ‘Little Tony Family’.

Martedì spettacolo di intrattenimento da brividi con la banda dell’Acquofono. Mercoledì 7 agosto da segnare in rosso: Assolo Band (cover di Claudio Baglioni) e poi spettacolo di Martufello. Giovedì Roberto e Daniela in tour e a seguire musica ‘made in’ Napoli. Venerdì Festival Canoro e cover Matia Bazar. Sabato 10 spettacolo della Mille Luce Dance e Antonio delle Donne. Si chiude domenica 11 agosto con il liscio e la Finale del Festival Canoro.

Apertura cucina alle 19.45. La domenica invece anche a pranzo.

«Ormai entriamo nell’undicesimo anno di ‘Spaghettongola’ – spiega il presidente dell’associazione ‘Il Faro all’Orizzonte’ organizzatrice dell’evento, Stefano Conforzi -. Anche quest’anno il programma sarà variegato con musica di qualità, intrattenimento e un big che sarà Martufello. Era qualche edizione che provavamo a convincerlo ma purtroppo non siamo riusciti a incastrare le date. Questa volta è andata bene. Ha una comicità mai sgradevole e sempre intelligente. Naturalmente il protagonista sarà il cibo, la valorizzazione del pescato locale e la beneficenza. Infatti parte del ricavato sarà devoluto a delle associazioni che si occupano proprio delle persone più in difficoltà».