Home News Cronaca Fiumicino, assegnata dal Comune casa Ater: «E’ la quarta da inizio mandato»

Fiumicino, assegnata dal Comune casa Ater: «E’ la quarta da inizio mandato»

CALICCHIO: "ASSEGNATA CASA ATER AD UNA FAMIGLIA, LA QUARTA DALL’INIZIO DEL SECONDO MANDATO”

«È stato assegnato oggi un nuovo alloggio popolare ad una famiglia residente a Fiumicino, composta da tre persone, un genitore e due figli, che da oggi vivono in un appartamento Ater a Isola Sacra». Lo dichiara l’Assessore Paolo Calicchio.

«Dall’inizio del secondo mandato del sindaco Montino sono già quattro le abitazioni assegnate a famiglie che rispondono ai requisiti stabiliti dalla legge regionale n. 12 del 06/08/1999. Vale la pena ricordare che tutti gli assegnatari sono regolarmente inseriti nelle graduatori, come stabilito dalla stessa norma e che i controlli sulla corrispondenza dei requisiti sono eseguiti dalla Guardia di Finanza, sulla base del protocollo d’intesa firmato nel 2013».

«In questi sei anni l’attenzione dell’assessorato nei confronti delle emergenze abitative e nel contrasto ad abusivismo ed occupazione di alloggi popolari è sempre stata costante – continua Calicchio -. Ciò è dimostrato dal fatto che dal 2013 sono oltre quaranta le case Ater assegnate a cittadini presenti in graduatoria e che oggi risiedono in abitazioni di proprietà dell’ente». «Come già ribadito in diverse occasioni, poi, soltanto l’Ater risponde dell’eventuali manutenzioni e ristrutturazioni – specifica l’assessore -. In particolare per il livello di ammaloramento delle abitazioni di via del Porto di Claudio ho presentato personalmente un esposto alla Procura della Repubblica affinché si accertino le condizioni di pericolosità ed emergenza nelle quali sono costrette a vivere numerose famiglie”.
“Nel contempo – conclude – ringrazio l’Ater per la collaborazione e la presenza, essendo l’Azienda impegnata costantemente nel garantire sane condizioni di vivibilità a tutti i locatori, nonostante un cospicuo sommerso di morosità e un conseguente negativo stato finanziario».