Home News Cronaca Latina, completamente ubriaco rifiuta l’arresto: prende a testate il finestrino fino a...

Latina, completamente ubriaco rifiuta l’arresto: prende a testate il finestrino fino a rompersi il naso

cancun latina

Notte complicata per la Polizia di Stato a Latina. Alle ore 18 circa di ieri, giovedì 18 luglio 2019, su disposizione della Sala Operativa 113 è intervenuto in questa via del Lido all’interno del locale Bar “Time City”, dove veniva segnalata una persona ubriaca e molesta che minacciava i presenti ed arrecava disturbo. Sul posto gli operatori della Squadra Volante individuavano immediatamente il soggetto il quale, poggiato al bancone del bar, in molto alterato ed irrispettoso, offendeva, importunava e minacciava una delle commesse. 

Leggi anche: Tragedia a Latina, è Lorenzo Igliozzi il giovane sub annegato a Torre Astura

Alla vista dei poliziotti ed alla loro richiesta di fornire i documenti, lo stesso, con fare minaccioso ed in evidente stato di ebbrezza alcolica, cominciava ad inveire contro gli operanti; nonostante i tentativi degli operanti che lo invitavano a mantenere la calma , lo stesso continuava nella sua condotta offensiva e per nulla collaborativa. Pertanto, visto anche il forte stato d’agitazione, gli operanti decidevano di condurlo in Questura, ma lo stesso opponeva ferma resistenza, iniziando a dimenarsi, provando più volte a colpire i poliziotti ribellandosi all’arresto. Posto in sicurezza nella volante, lo stesso continuava a contorcersi, arrivando a colpire ripetutamente il finestrino con testate, tanto da procurarsi fuoriuscita di sangue dal naso. Anche nel corso del fotosegnalamento presso gli uffici della Polizia Scientifica continuava ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti degli operanti, verosimilmente a causa del perdurare del suo stato di agitazione.

La persona fermata, identificata per H.V., rumeno classe ‘89, annoverante pregiudizi di polizia come rapina, furto e rissa, è stato tratto in arresto per il reato di RESISTENZA E MINACCE AGGRAVATE A PUBBLICO UFFICIALE. Al termine delle formalità di rito veniva condotto presso le camere di sicurezza della Quetsura in attesa del rito per direttissima fissato in data 20 p.v, come disposto dal P.M. di turno Dott. Bontempo.