Connettiti con noi

Life style

Come può il cloud hosting essere complementare agli sforzi fatti sul SEO nel 2022?

Pubblicato

il

seo-Search- Engine-Optimized

Per riuscire a ottimizzare al meglio la SEO del proprio sito web bisogna tenere in contro diversi fattori molto diversi. Tra ottimizzazione delle keyword e link building, bisogna stare attenti a ogni piccolo particolare. Ci sono però anche degli elementi tecnici da tenere a mente, come ad esempio la velocità di caricamento di una pagina. Il cloud hosting sta diventando un fattore sempre più importante per chi lavora con la SEO, proprio per i vantaggi che può fornire in ambito di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Il cloud hosting e le sue funzionalità

Ogni sito web ha bisogno di un luogo fisico in cui esistere, un po’ come tutti i nostri file all’interno del nostro computer. Per i siti l’equivalente dei computer sono i server, macchine fisiche di vari tipi che servono per archiviare un sito così che tutti gli utenti del mondo possano accedervi.

I server in cloud hosting sono invece una novità degli ultimi anni in grado di sfruttare un’architettura che utilizza contemporaneamente diversi server in modo da creare uno spazio virtuale. In questo modo anche se un server dovesse avere problemi il sito semplicemente si affiderà agli altri collegati nel cloud riducendo di molto i rischi dovuti a problemi tecnici o a malfunzionamenti. Inoltre il sistema in cloud garantisce anche velocità e performance maggiori.

Sono molte le aziende, anche di grosso calibro, che ormai puntano su questa tecnologia, ad esempio affidandosi a esperti di questi servizi come Easycloud hosting site, che permette di fare affidamento su alcuni dei gestori di cloud più importanti al mondo. Quali sono però i vantaggi di utilizzare un sito in cloud hosting per la SEO?

I vantaggi del Cloud hosting sulla SEO

Uno dei principali vantaggi che si ha nell’utilizzare un servizio di cloud hosting è la velocità. La velocità di caricamento di un sito è uno dei tanti fattori importanti che determina il posizionamento di un sito su Google o su altri motori di ricerca. Grazie alla tecnologia content delivery network (CDN) i siti in cloud hosting garantiscono velocità molto alte, che aiutano a migliorare il caricamento delle pagine e di conseguenza ottimizzano il proprio sito web per la SEO.

Un altro fattore tenuto in conto da Google è il tempo in cui un sito è reperibile online. I problemi tecnici prima o poi succedono e un sito è destinato a finire offline fino a quando questi non si risolvono. Se però Google si accorge che questo avviene troppo spesso ne abbasserà il valore. Con il cloud hosting questo problema è rarissimo, dato che in caso di problemi a un server si potrà fare affidamento a un altro presente in cloud, così i rischi di vedere il proprio sito offline saranno bassissimi.

Infine quando qualcuno fa una ricerca, Google favorisce innanzitutto i siti tenuti nei server più vicini geograficamente all’utente. Con il cloud hosting questo aspetto viene bypassato perché i siti sono presenti su una rete di server sparsi per tutto il mondo e non hanno una posizione geografica specifica, in questo modo la ricerca non ne tiene conto facendoli comparire tra i primi risultati.

Il cloud hosting dunque può essere una soluzione importante per migliorare la propria posizione SEO grazie a tutti i vantaggi che può garantire rispetto ai server fisici.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy