Connettiti con noi

Life style

Criptovalute: ecco le monete digitali da tenere d’occhio oggi secondo gli analisti

Pubblicato

il

bitcoin-criptovalute

Le criptovalute continuano ad appassionare e interessare gli investitori di tutto il mondo, anche in questa fase molto delicata dal punto di vista macroeconomico. Per definizione le valute digitali sono soggette ad una volatilità molto elevata, ovvero sono in grado di perdere o acquisire quote significative di valore nel giro di pochissimo tempo. Questa loro particolare caratteristica è proprio quella che interessa di più gli investitori e gli appassionati di tale asset che generalmente sono identificabili in un target medio di investitore con una maggiore propensione al rischio.

In questo periodo continua ad essere sotto stretta osservazione il Bitcoin, la più conosciuta e affermata criptovaluta. In particolare analisti e investitori stanno cercando di comprendere se la regina delle valute virtuali può affermarsi come bene rifugio, ovvero contraddistinguersi per una maggiore stabilità. Gli analisti hanno più volte avanzato questa ipotesi ma al momento i riscontri sono stati contrastanti in tal senso. Ovviamente però il Bitcoin non è l’unica crypto a tenere banco e il mercato odierno presenta tante altre monete digitali che secondo gli analisti meritano di essere tenute sotto la lente d’ingrandimento.

Crypto emergenti del momento

Chi investe in criptovalute solitamente lo fa predisponendo una buona base del proprio portafoglio in Bitcoin e in Ethereum, ovvero utilizzando come base le criptovalute contraddistinte da una maggiore stabilità e ricercando poi delle cosiddette valute digitali emergenti. Queste nello specifico sono quelle che possono contraddistinguersi per dei progetti seri e ambiziosi che presentano delle buone potenzialità di crescita (per maggiori informazioni clicca qui).

Le più seguite del 2022 sono ad esempio:

  • Ape Coin.
  • ChainLink.
  • Bat.
  • PolkaDot.
  • Cardano.
  • Ren.

Ape Coin (APE) è una criptovaluta lanciata di recente che ha generato moltissimo entusiasmo, in quanto contraddistingue la più grande crypto del metaverso. Di conseguenza rappresenta a tutti gli effetti l’ultima frontiera di espansione delle valute digitali. Dopo una primissima fase di grande entusiasmo, il valore di Ape Coin è arretrato sensibilmente, a causa dei tanti investitori che hanno deciso di fare “cassa”. Tuttavia questo asset continua ad essere considerato come uno dei più interessanti del momento.

Chainlink (LINK) ha un progetto che piace a molti investitori perché prevede un sistema decentralizzato finalizzato all’utilizzo dei contratti intelligenti (smart contracts). Si tratta quindi di un progetto alternativo ad Ethereum, aperto a tutti e contraddistinto anche da una trasparenza elevata, grazie alla quale tutte le transazioni possono essere verificate. Non è purtroppo facile valutare le potenzialità di questa crypto nel medio e lungo periodo  ma molti analisti sono interessati a questo crypto-asset per la qualità del lavoro svolto dal team degli sviluppatori.

Altre criptovalute molto interessanti

Non rappresenta certo una novità ma continua a destare molto interesse anche il Bat, la criptovaluta basata su Brave, ovvero su un nuovo motore di ricerca. Questo ambizioso progetto si fonda infatti sull’utilizzo di questo sistema volto a tutelare la privacy delle persone e a favorire la navigabilità, eliminando le pubblicità da tutte le pagine web caricate. Il sistema prevede poi un circuito premiante, il Brave Payments, che riconosce agli utenti che attivano gli annunci pubblicitari dei Bat (sottoforma di ricompensa utilizzabile online e non prelevabile).

Il Polkadot è invece un progetto molto articolato che ha lo scopo di realizzare una rete peer-to-peer avanzata e in grado di collegare tra loro varie blockchain. Questo meccanismo prevede infatti che dei sistemi diversi possano interagire tra loro, utilizzando questa valuta digitale come punto in comune. Secondo alcuni analisti la valuta virtuale potrebbe arrivare ad un valore di circa 200 dollari nei prossimi cinque anni.

Non è assolutamente un nome nuovo Cardano, una crypto molto conosciuta ormai da diversi anni ma non per questo meno interessante. Anche il Cardano (ADA) è legato agli smart contracts e prevede una blockchain decentralizzata con alcuni utenti che svolgono il ruolo di validatori delle transazioni, in cambio di una piccola provvigione per il lavoro svolto (ovviamente pagata con questa valuta virtuale). Infine merita una citazione anche Ren che è nata con lo scopo di realizzare una piattaforma basata sulla interoperabilità e sulla sicurezza delle transazioni.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy