Connettiti con noi

Life style

Il CBD aiuta a combattere la depressione e l’ansia?

Pubblicato

il

ansia

Il CBD, meglio conosciuto come CBD weed, è una sostanza chimica venduta come rimedio per diversi disturbi.

Vi aiuterà ad alleviare la vostra salute dalla depressione e dall’ansia regolando i livelli di serotonina nel cervello. Gli scienziati stanno ancora studiando il potenziale del CBD che non è ancora stato esplorato.

I prodotti a base di CBD che contengono alti livelli di CBD con una minore quantità di THC sono più vitali ed efficaci contro la depressione e l’ansia.

Se state cercando di acquistare prodotti a base di CBD, non navigate o scegliete un negozio a caso perché potrebbe portarvi a siti irrilevanti che vendono prodotti CBD falsi o che vi vendono a prezzi eccessivi. Raccomandiamo Hypno Seeds che vi guida con i prodotti e c’è un elenco completo di blog che possono rendere tutto facile come una passeggiata nel parco, che si tratti di scegliere i semi o di piantare il CBD a casa, ecc.

Il CBD può aiutare a combattere l’ansia e la depressione?

Al momento, alcuni studi indicano che il CBD potrebbe aiutare a trattare la depressione.

Da ricerche approfondite è emerso che il CBD potrebbe modificare i livelli di serotonina nella mente. La serotonina è una sinapsi associata alla sensazione di orientamenti, stress e disposizione d’animo. Gli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono una classe di antidepressivi che agiscono modificando i livelli di serotonina nel cervello.

In ogni caso, se da un lato il CBD può essere d’aiuto per l’ansia e la depressione, dall’altro può rallentare l’impatto di altri farmaci e causare effetti indesiderati (si veda più avanti). È ideale parlare con il proprio medico o terapeuta prima di assumere questi prodotti.

Il CBD è sicuro?

Secondo le ricerche, il CBD è considerato sicuro per le persone. Tuttavia, diverse prescrizioni e miglioramenti possono causare effetti secondari. Questi effetti secondari includono

  • secchezza delle fauci
  • Polso basso
  • stanchezza
  • Scompiglio

Alcune persone dovrebbero astenersi dall’assumere CBD, tra cui le donne in gravidanza o in fase di allattamento e i soggetti affetti da patologie epatiche. Il CBD è inoltre rischioso da assumere con specifiche prescrizioni, in particolare con farmaci che influenzano il fegato. Rivolgersi sempre al proprio PCP prima di assumere CBD con qualsiasi farmaco.

Come funziona il CBD con gli antidepressivi?

Se si stanno assumendo farmaci per la sofferenza, il terapeuta o il medico curante potrebbero dire che l’assunzione contemporanea di CBD va bene.

In ogni caso, il CBD non è consigliato se si sta assumendo carbamazepina (Tegretol), un farmaco nemico delle convulsioni che viene spesso usato per trattare le turbe bipolari. Questo perché il CBD potrebbe aumentare il rischio di effetti secondari durante l’assunzione di questo farmaco.

Qual è il modo ideale di assumere il CBD per ottenere benefici sul benessere emotivo?

Il CBD è accessibile in alcune strutture distinte, tra cui:

  • Oli
  • Fumo
  • Spruzzi nasali
  • Astucci
  • Commestibili
  • Creme

Gli oli di CBD sono il metodo più conosciuto per consumare questi prodotti. Questi oli possono essere messi direttamente sotto la lingua o mescolati a liquidi come il tè o l’espresso. Gli involucri e gli edibili sono un altro metodo ben noto per assumere CBD per la malinconia.

Per ottenere i vantaggi più estremi, le persone in cerca di aiuto per la malinconia dovrebbero pensare ad articoli con un’alta convergenza di CBD (>9,5%) e un basso raggruppamento di THC (<5,5%). Purtroppo, al momento non esistono regole sulle misure prescritte per l’assunzione di CBD per trattare ansia e depressione.

Per ulteriori informazioni sul CBD, consultate i nostri blog con tutto ciò che vi serve.

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy