Connettiti con noi

Life style

Lavori in casa: cos’è il microcemento?

Pubblicato

il

microcemento

Per look contemporanei, prestazioni superiori e manutenzione minima, l’uso del microcemento sta diventando sempre più popolare in casa. Il materiale nello specifico è un cemento ad alte prestazioni miscelato con polimeri, inerti ultrafini, additivi e pigmenti colorati e in grado di aderire a un numero qualsiasi di superfici. In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo nel dettaglio che cos’è il microcemento e quali sono i suoi principali utilizzi.

Cosa si intende per microcemento?

Il microcemento è un composto che permette di ottenere una finitura estremamente versatile e pratica di qualsiasi superficie. Si tratta infatti di un materiale che una volta applicato da esperti del settore di lavori in casa come ad esempio microcemento Milano, crea un supporto di tipo continuo e non necessita di una base specifica. In altre parole può essere utilizzato su finiture esistenti diverse come ad esempio parquet, pavimenti piastrellati e persino pareti. La finitura è possibile tra l’altro ottenerla opaca, lucida oppure goffrata (effetto pietra). Aggiungendo invece un pigmento a scelta si possono creare diversi effetti stucco tipo quello screziato, uniforme, metallico o addirittura veneziano.

Pavimentazione in microcemento

Poiché il microcemento può essere antiscivolo e di facile manutenzione, è un materiale ideale per rivestire qualsiasi tipologia di pavimenti compresi quelli di cucina e bagno. La superficie continua può infatti adattarsi a qualsiasi layout conferendo un’estetica uniforme all’intera stanza. Inoltre una volta applicato il microcemento si rivela resistente all’umidità, alla penetrazione dell’acqua e al calore quindi risulta adatto per qualsiasi ambiente domestico compresi gli spazi esterni. La finitura opaca o lucida è tuttavia consigliata per i pavimenti, mentre a riguardo delle pareti non ci sono criteri ben precisi da seguire, in quanto possono essere strutturate o modellate secondo i gusti personali.

L’utilizzo del microcemento in bagno

Il grande vantaggio del microcemento è riscontrabile sicuramente nella stanza da bagno grazie alla sua resistenza all’umidità. Inoltre si tratta di un materiale che si può utilizzare come un’unica finitura sia per i pavimenti che per le pareti circostanti. Se ciò non bastasse a dimostrare la versatilità in termini d’uso del microcemento, vale la pena aggiungere che il materiale si presta anche per la muratura di lavabi, piatti doccia e persino vasche da bagno. Tuttavia in queste zone umide sarà necessario applicare prima uno speciale strato impermeabilizzante come ad esempio della guaina (solida o liquida) al fine di evitare la formazione di muffe. A margine è importante sottolineare che l’uso del microcemento non è esclusivo soltanto per le strutture sin qui citate; infatti, si presta anche per altri lavori in casa. Per fare qualche esempio, è possibile sfruttarlo come materiale coprente di scaffalature realizzate con blocchi di cemento o ancora per la creazione di piani di lavoro di una cucina.

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy