Connettiti con noi

Life style

Modello 730, Detrazione coniuge a carico: come funziona, calcolo e limiti di reddito

Pubblicato

il

Detrazione coniuge e familiari a carico nel modello 730

Detrazione coniuge e familiari a carico nel Modello 730. Si avvicina il momento della compilazione del modello 730 e numerosi sono gli interrogativi circa i limiti di reddito e i familiari a carico. Sono infatti questi due elementi a determinare il diritto alle detrazioni. 

Tutte le informazioni indicanti i limiti di reddito e la procedura da seguire per il calcolo della riduzione IRPEF sono contenuti all’interno delle istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi. 

In merito va ricordato che fra le diverse tipologie di soggetti che possono risultare a carico oltre ai genitori, ai nonni e i figli ci sono anche i coniugi. Infatti, il soggetto che ha sostenuto le spese necessarie per il sostentamento del proprio partner ha diritto ha diritto ad uno sconto di imposta, calcolato sulla base del reddito complessivo. 

Modello 730, detrazione coniuge a carico: qual è il limite di reddito?

Nel modello 730 del 2022, viene considerato fiscalmente a carico il coniuge che nel 2021 ha percepito un reddito uguale o inferiore a 2.840,51€, al lordo degli oneri deducibili. Secondo quanto contenuto nelle istruzioni per la compilazione della dichiarazione dei redditi, nel calcolo del limite massimo del reddito che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico ci sono anche le seguenti voci: 

  • reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • retribuzioni corrisposti da enti e organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche, missioni, Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • reddito di impresa o di lavoro autonomo assoggettato a imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità; 
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto di lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello stato;
  • il reddito di impresa o di lavoro autonomo assoggettato a imposta sostitutiva in applicazione del regime forfettario per gli esercenti attività dell’impresa, arti o professioni. 

Come usufruire della detrazione e il calcolo il base al reddito 

Per usufruire delle detrazioni per il coniuge fiscalmente a carico, va compilata l’apposita sezione della dichiarazione che si trova nella prima pagina del modello 730. 

Per quel che riguarda invece le modalità di calcolo le detrazioni vengono calcolate sulla base del reddito familiare secondo le seguenti modalità: 

  • 800 euro se il reddito complessivo non supera i 15.000, 00 euro;
  • 696, 00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.000, 00 ma non a 40.000, 00 euro;
  • 690, 00 euro se il reddito complessivo è superiore a 40.000, 00 euro ma non a 80.000, 00 euro. 

Va inoltre detto che la detrazione può essere aumentata, a secondo del reddito complessivo, di:

  • 10.00 € se il reddito è maggiore di 29.000 euro ma inferiore a 29.200 euro;
  • 20.00 € se il reddito è maggiore di 29.200 euro ma inferiore a 34.700 euro;
  • 30.00 € se il reddito è maggiore di 34.700 euro ma inferiore a 35.000 euro;
  • 20.00 € se il reddito è maggiore di 35.000 euro ma inferiore a 35.100 euro;
  • 10.00 € se il reddito è maggiore di 35.100 euro ma inferiore a 35.200 euro. 

Figli a carico: l’importo varia a seconda dei casi

L’importi della detrazione per i figli a carico è di 950€ ma può variare a seconda dei casi. Ne sono un esempio l’età dei figli, il numero e l’eventuale disabilità. 

Nel primo caso, per ogni figlio di età inferiore a tre anni l’importo della detrazione è di 1.220 euro; se invece i figli a carico sono più di tre vanno aggiunti 200 euro per ciascuno figlio. 

Per quanto riguarda invece la presenza di un figlio disabile, l’importo della detrazione è di 1.620 euro per i figli di età inferiore a tre anni mentre scende a 1.350,00 euro per i figli con un’età superiore. 

Altri familiari a carico

Infine, nel caso di altri familiari a carico l’importo della detrazione è pari a 750 euro. Questa somma va tuttavia ripartita nella stessa misura fra tutti coloro che ne hanno diritto. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy