Connettiti con noi

Life style

Serie A: le gare in calendario per il girone d’andata dopo il Qatar

Pubblicato

il

calcio serie A

Calendario fitto di appuntamenti per quanto riguarda il campionato di serie A prima e dopo la sosta del Mondiale in Qatar. Da annotare tra le gare di campionato la sfida di vertice tra Inter e Napoli, ma anche Juventus-Udinese, Milan-Roma, Monza-Inter e naturalmente questo big match in programma per il prossimo 15 gennaio 2023, che vedrà la prima e la terza della classe, cioè il Napoli di Spalletti contro la ritrovata Juventus di Max Allegri.

Il campionato di Serie A entra nel vivo con i match in calendario dopo della sosta

Il Torino di Juric dopo un avvio di stagione positivo e incoraggiante ha incappato in una sequenza di gare complicate, dove la formazione granata pur non demeritando ha subito quattro sconfitte consecutive. Bisogna anche dire che il calendario era piuttosto complicato, specialmente per via del trittico Sassuolo, Inter e Napoli, formazioni con cui il Toro raramente ha trovato punti nelle stagioni passate. Molto bene invece per quanto riguarda la gara interna contro i campioni d’Italia del Milan di Stefano Pioli. Probabilmente favoriti dal fatto che i rossoneri fossero più concentrati alla Champions League, gli uomini di Juric sono stati protagonisti di una gara molto agonistica e ben gestita, grazie anche al doppio vantaggio maturato verso la fine del primo tempo.  

Le prossime sfide di campionato per la conclusione del girone d’andata

Del resto anche le prossime sfide, saranno contro squadre che stanno attraversando un ottimo momento di forma. Parliamo proprio della sorprendente Udinese di Andrea Sottil, autentica rivelazione del torneo, almeno fino a questo momento. Non certo gare facili da affrontare, visto il valore e il livello delle squadre che quest’anno se possibile è addirittura aumentato rispetto allo scorso anno. Ne sa qualcosa Allegri che con la Juventus ha avuto notevoli difficoltà anche con le piccole squadre, rispetto al livello dei bianconeri. Sorprendente il successo del Monza in casa, ma anche il rocambolesco pareggio contro la Salernitana e quello a reti inviolate contro la Sampdoria all’epoca allenata da Marco Giampaolo in seguito esonerato dopo uno score piuttosto negativo.

Serie A: una classifica in divenire per una stagione insolitamente lunga e complessa

La classifica attuale è utile più che altro ai fini della statistica, dato che da qui fino alla 19esima giornata ci saranno molte sfide e scontri diretti che ci daranno nuove coordinate e indicazioni su quali siano quest’anno le squadre con maggiori possibilità per vincere lo scudetto e per capire in termini di scommesse italia per quanto riguarda il contesto del campionato di serie A 2022-2023. Detto questo probabilmente il Napoli di Luciano Spalletti era stato poco considerato, non solo rispetto a Inter e Juventus, ma anche nei confronti di Milan, Roma e della stessa Lazio di Maurizio Sarri. Queste ultime tre formazioni sono state tutte battute in casa dal Napoli, mentre c’è grande attesa per vedere come si comporterà la squadra capitanata da Giovanni Di Lorenzo prima in trasferta al Meazza, e dopo due turni in casa contro una ritrovata Juventus.

Eppure bisogna dire che raramente si è vista un’Inter così poco organizzata in difesa, anche perché proprio grazie alla solidità difensiva Antonio Conte aveva riportato lo scudetto a Milan, sponda nerazzurra. C’è da ricordare però come dopo le prime sconfitte la formazione guidata da Inzaghi ha saputo reagire e ha risalito alcune posizioni in classifica, stessa cosa che è avvenuta anche per la Lazio di Maurizio Sarri, mentre Roma di Mourinho merita un discorso a parte, visti i risultati di questi primi 15 turni di campionato. In effetti, fatta esclusione per Atalanta e Napoli, le cosiddette sette sorelle del campionato sembrano aver ritrovato il loro passo e una continuità di gioco e di risultati. Per il resto sarà un grande ritorno in campo quello di gennaio, dopo questa lunga e anomala pausa per il Mondiale in Qatar.

Cosa sta succedendo alla Roma di Mourinho?

La classifica attuale per la Roma non è così negativa come in molti stanno sostenendo. C’è però da dire che forse ci si aspettava qualcosa in più da una squadra che aveva puntato molto sul tecnico portoghese, il cui apporto finora è stato non del tutto soddisfacente. C’è da dire che questa squadra ha mostrato altre qualità quando in campo è sceso un giocatore di talento come Paulo Dybala, ma non è sufficiente per chi lotta per i vertici della serie A, puntare tutto su un solo campione. Soprattutto in un campionato dove Napoli e Milan, ma anche la stessa Juventus, hanno saputo fare a meno di giocatori fondamentali per il loro gioco, senza perdere troppo terreno rispetto alle dirette rivali.

Il Napoli ad esempio ha dovuto rinunciare a 3-4 giocatori chiave come Anguissa, Lozano, Osimhen e Kvaratskhelia. Impossibile poi citare tutti i giocatori indisponibili per Juventus, Milan e anche per l’Inter di Inzaghi che ha rinunciato tra gli altri sia a Lukaku che a Brozovic, cioè due titolarissimi dell’Inter di Conte campione d’Italia e che Simone Inzaghi ha potuto utilizzare davvero con il contagocce in questa prima parte del campionato di serie A. Si torna ora dopo la sosta per il mondiale in Qatar, dove la sfida più importante sarà senza dubbio quella tra Inter e Napoli, in programma il prossimo 4 gennaio 2023 a San Siro per la 16esima giornata di campionato. 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy