Connettiti con noi

Life style

Tutto quello che c’è da sapere sul passaggio di proprietà auto

Pubblicato

il

Passaggio di proprietà auto

Quando si acquista un’auto usata ci sono molti aspetti da considerare. Uno di questi è il passaggio di proprietà, ovvero il documento che attesta che il veicolo passa effettivamente da un proprietario a un altro, con tutti gli oneri che ne conseguono.

Per effettuare il passaggio di proprietà ci si può muovere in due modi:

  • Rivolgendosi ad un’agenzia di pratiche auto, che sicuramente faciliterà il compito occupandosi del disbrigo di tutti i passaggi più complessi, ma aggiungerà ai costi standard delle pratiche burocratiche anche quello del servizio prestato;
  • Gestendo il passaggio in completa autonomia.

Se si sceglie di abbattere i costi e di muoversi per proprio conto, sarà naturalmente necessario conoscere approfonditamente la prassi da seguire onde evitare di commettere errori.

Innanzitutto, prima di acquistare un veicolo usato è consigliabile verificare l’eventuale presenza di ipoteche, fermi amministrativi o altri vincoli sul mezzo stesso. A questo proposito andrà richiesta una visura: si può fare rivolgendosi a un’Agenzia di pratiche auto oppure è possibile consultare direttamente gli archivi del Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Una volta fatti i dovuti accertamenti, si può procedere al passaggio vero e proprio per il quale sono necessari una serie di documenti:

  • Documento di proprietà, quale il Documento Unico di Circolazione (DU, che ha sostituito la carta di circolazione e il certificato di proprietà,) oppure il Certificato di Proprietà (CDP) o il certificato di Proprietà Digitale (CDPD). Questo documento funge da dichiarazione di vendita (è qui che viene autenticata la firma) e anche da nota di presentazione allo sportello;
  • Carta di Circolazione;
  • Documento di identità/riconoscimento non scaduto e codice fiscale dell’acquirente. Nel caso in cui l’acquirente del veicolo fosse un cittadino extracomunitario, occorre presentare il permesso di soggiorno originale.

L’elenco completo e i moduli sono comunque disponibili sul sito dell’ACI.

E con l’assicurazione auto? Dipende da se il veicolo venduto è assicurato o se è da assicurare.

  • Se il veicolo era assicurato, occorre chiamare subito la propria compagnia per scegliere cosa fare: annullare la polizza ottenendo il rimborso dei giorni non goduti al netto delle imposte oppure sospendere la copertura in attesa di comprare un altro veicolo;
  • Se il veicolo era privo di assicurazione, invece, occorre ovviamente procedere a metterlo in regola. In questo caso si hanno diverse possibilità: qualora ci fossero i presupposti, è possibile assicurare il veicolo usufruendo dei benefici del Decreto Bersani, se all’interno del nucleo familiare convivente ci sono altri veicoli assicurati, oppure è possibile utilizzare la storia assicurativa del veicolo venduto per assicurare il nuovo.

Considerato il ruolo fondamentale che l’assicurazione auto svolge, anche solo in termini di consulenza nello scegliere il servizio più adatto alle singole esigenze, è importantissimo rivolgersi sempre a professionisti del settore come ConTe.it, che mette a disposizione di tutti gli utenti professionalità e trasparenza oltre che qualità e convenienza. A questo link

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy