Connettiti con noi

Life style

Visita per il cuore

Pubblicato

il

Visita_Cardiologica

Non ascoltiamo mai i battiti del nostro cuore se non quando iniziano ad essere alieni, cioè ad avere delle pulsazioni assolutamente irregolari. Questo è perché non abbiamo una cultura o una conoscenza di quali sono i problemi che il cuore potrebbe avere.

Alcune persone dovrebbero fare dei controlli già superati i 30 anni quando hanno dei casi di soggetti malati di cuore in famiglia oppure hanno iniziato a notare dei malesseri di vario genere. Inoltre è bene fare dei controlli cardiologici se ci sono dei sintomi che non sono facili da identificare o rapportare a qualche malattia.

Sintomi che richiedono un controllo al cuore

Farsi visitare al cuore è importante specialmente quando ci sono dei sintomi che portano già a dei malesseri, ma perfino coloro che non hanno delle sofferenze evidenti devono pensare a curare quest’organo.

Iniziamo però da coloro che sicuramente devono fare una Visita per il cuore. Ci sono dei sintomi che possono portare ad un elettrocardiogramma come vertigini, tachicardia continua senza alcuno sforzo fisico, dolore toracico quando si è sottoposti a degli sforzi, sudorazione notturna, problemi di digestione con affaticamento dei battiti.

Perfino quando si inizia ad avere solo dei giramenti di testa o dei cali di pressione, ci si dovrebbe sottoporre ad una visita cardiologica perché il cuore è uno degli organi che è sottoposto ad un lavoro continuativo nell’arco della vita. Purtroppo non ci si fa mai controllare finché poi non si hanno dei problemi che sono realmente gravosi.

Purtroppo in queste condizioni c’è il rischio di avere poi dei problemi che sono permanenti. Il cuore quindi lancia degli avvisi che devono però essere colti da parte degli utenti.

Le persone in gravidanza devono fare sempre dei controlli cardiaci perché il loro organismo va ad avere delle anomalie della funzionalità tradizionale. Ovviamente questi controlli sono poi consigliati direttamente dal medico che le segue, ma è bene che si pensi anche a richiederli.

Le persone che hanno superato i 40 anni, che hanno una vita sedentaria e che hanno poi intenzione di dedicarsi ad una vacanza al mare, dovrebbero sottoporsi ad un controllo cardiaco. Questo per prevenire dei problemi che poi sono difficili da curare e dove il cuore potrebbe collassare.

Attività sportiva, necessità di una visita cardiologica

Cambiare radicalmente la propria attività sportiva da un momento all’altro, non sempre si può dare, anzi c’è il rischio di avere poi delle situazioni che sono pericolose per il cuore, per i polmoni e per i malesseri che ne derivano.

Per esempio una persona che non ha mai fatto attività sportiva, che decide di rimettersi in forma e, da un momento all’altro, ha intenzione di fare corsa o palestra, per legge non può assolutamente iscriversi ad un’associazione o ad un ente sportivo se non presenta prima un elettrocardiogramma. Questa è una regola che deve essere rispettata. In realtà perfino le persone SPA che offrono la sauna, devono richiedere questo tipo di certificato.

Il cuore può cedere da un momento all’altro per uno sforzo eccessivo e questo va a discapito dell’organismo. Ecco che allora è fondamentale che, almeno una volta all’anno, si faccia un elettrocardiogramma, potrete fare questo controllo ad un costo molto economico.

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy