Home Anzio Anzio, attacco di pirateria informatica alla web app che gestisce la prenotazione...

Anzio, attacco di pirateria informatica alla web app che gestisce la prenotazione dei posti preso la spiaggia libera delle Grotte di Nerone

Anzio, attacco di “pirateria informatica” alla web-app che gestisce la prenotazione dei posti presso la spiaggia libera delle Grotte di Nerone. Il Sindaco De Angelis: “Il servizio prosegue comunque in spiaggia, l’App sta tornando a funzionare”.
Ad Anzio un attacco di “pirateria informatica” ha causato il blocco della web-app per la prenotazione dei posti presso la spiaggia libera a ridosso della Villa di Nerone. La ditta incaricata sta lavorando per riportare la situazione alla normalità nel più breve tempo possibile.
“Nel frattempo – comunica il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis – abbiamo dato mandato alla società di vigilanza di proseguire ad erogare il servizio spiaggia gratuito, direttamente in loco, fino ad esaurimento di tutti i posti disponibili. Mi hanno informato che è stata fatta una puntuale denuncia alla polizia postale, che sarebbe già risalita all’indirizzo IP del responsabile dello sconcertante attacco informatico. Proprio in queste ore – conclude il Sindaco – la web-app sta tornando a funzionare”.
Infatti, nei tratti di spiaggia libera tra l’Arco Muto e lo Stabilimento Rivazzurra (Arco Muto nord – ingresso fronte Centro Trasmissioni Esercito Santa Barbara) e tra l’Arco Muto e lo Stabilimento Fanciulla d’Anzio (Arco Muto sud – ingresso Riviera Mallozzi Monumento di Nerone), sono comunque sempre disponibili circa 330 segnaposto tubolari numerati, dove poter allocare gratuitamente il proprio ombrellone (fino a quattro persone ogni postazione, max sei in caso di nuclei conviventi. Posti riservati per le persone con disabilità).