Home Anzio Anzio, formalizzato accordo per il nuovo porto: tutti i dettagli

Anzio, formalizzato accordo per il nuovo porto: tutti i dettagli

Importante CDA della Capo d'Anzio: il Comune di Anzio ed il socio privato formalizzano un accordo per la realizzazione del nuovo Porto di Anzio. Il Presidente Marchetti: "Oggi è un giorno importante per Anzio, ringrazio l'Ing. Marconi per la disponibilità dimostrata ed il Sindaco De Angelis per lo straordinario contributo"

“Oggi, per la Città di Anzio, è un giorno importante: per la prima volta, parte pubblica e parte privata della Capo d’Anzio, trovano e formalizzano un comune accordo per la realizzazione del nuovo Porto. In questi mesi ci sono stati momenti di grandi criticità ma la determinata volontà di arrivare in , ci ha consentito di trovare un’intesa sul progetto di fase 2 e su quello, di completamento, della fase 3”.

Lo ha affermato il Presidente della Capo d’Anzio, Generale Ugo Marchetti che, con il fondamentale contributo del Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, alla presenza dell’ing. Renato Marconi, AD di Marinedì, ha presieduto un decisivo Consiglio d’Amministrazione nel quale si è stabilito quanto segue:
– approvazione del progetto definitivo fase 3, offerto dalla società Marinedì a titolo completamente gratuito, a testimonianza di un concreto e singolare rapporto di collaborazione.
– Procedere alla pubblicazione dell’attuale bando di gara della fase 2 (bacino interno) qualora, entro il 30 settembre, intervenuta la validazione, non sarà acquisito un finanziamento esterno; aspetto, quest’ultimo, frutto di un costruttivo e sinergico accordo intervenuto tra i due Soci.
– Il progetto della fase 3, oggi approvato, sarà tempestivamente trasmesso alla Regione Lazio per le attività di competenza.
“Ringrazio l’Ing. Marconi per la disponibilità dimostrata ma, soprattutto, ringrazio il Sindaco De Angelis per l’apporto, il sostegno e lo straordinario contributo offerto – conclude il Presidente Marchetti – per il superamento di questa delicata fase e per aver creduto, fattivamente, nella realizzazione di uno straordinario progetto”.