Home Aprilia Grande successo per Estrosa 2018. I fiori fanno spettacolo e Savina Tatti...

Grande successo per Estrosa 2018. I fiori fanno spettacolo e Savina Tatti trionfa in Piazza Roma di Aprilia

Piazza Roma gremita a decretare il grande successo di Estrosa 2018, lo show di floreal design, realizzato sabato scorso, 29 giugno, in Piazza Roma di Aprilia.

Una spettacolare sfilata di abiti di fiori, ideata da Savina Tatti, ha incantato il pubblico, tra musiche e danze provenienti da ogni parte del mondo.

Vincitrice del primo premio di questa seconda edizione, la squadra di Alex Tondin e Silvia Marchi, provenienti dal Trentino Alto Adige che hanno rappresentato la nazione del Canada con un complesso abito interamente costituito di foglie, su una impalcatura di rete naturale.

Del resto il tema di Estrosa di quest’anno erano i cinque continenti e i partecipanti al concorso organizzato da Savina Tatti in collaborazione con EAFA si sono sbizzarriti in idee grandiose per donare alla vista gli abiti più belli ed “estrosi” che si possano realizzare.

Le squadre, formate ciascuna di due componenti, hanno lavorato sotto gli occhi di chiunque nell’antico centro apriliano: già questo rappresentava un piccolo sipario dello stesso spettacolo.

Passati al vaglio della severa giuria costituita da Francesco Tinto, Marco Mazza e Severino Bovolenta, gli abiti erano pronti per essere indossate da modelle di straordinaria eleganza e bellezza.

 

Di poi, alle 21 si è dato il via  alla manifestazione, sotto gli occhi curiosi di centinaia e centinaia di persone, del sindaco di Aprilia Antonio Terra, il consigliere Francesca Barbaliscia e il consigliere Pasquale De Maio.

Una scaletta fitta di incastri artistici che non ha dato spazio a noia o distrazioni, sotto l’attenta e superba regia di Valerio Pierri che ha seguito tutto dalla torretta antistante il maestoso palcoscenico, forse il più grande che Aprilia abbia mai ospitato.

La firma di StrangEvent è stata incisiva ed entusiasmante a confermare un successo preannunciato per Savina Tatti.

Marina Cozzo