Home Aprilia Nel programma del candidato Giusfredi: “MIASMI”: “Un problema da affrontare con assoluta...

Nel programma del candidato Giusfredi: “MIASMI”: “Un problema da affrontare con assoluta urgenza”

CONDIVIDI

 

 

Sul territorio di Aprilia il problema dei miasmi è da affrontare con assoluta urgenza”. Dichiara il candidato sindaco Giorgio Giusfredi prendendo spunto dagli ultimi casi lamentati dai residenti dei quartieri Agip e Fossignano. “Il principale obiettivo della nostra coalizione –spiega Giusfredi- è quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini, questo vale soprattutto per i nuclei periferici che sembrano borgate “fantasma” ma che sono il luogo dove vivono e operano migliaia di cittadini apriliani. L’assenza di una programmazione urbanistica seria ha causato in questi anni l’insorgere di nuclei residenziali periferici vicini ad impianti industriali o di trattamento dei rifiuti. E’ una problematica che è emersa anche nello studio epidemiologico redatto dalla Asl. Il problema dei miasmi colpisce tutto il territorio apriliano e non permette ai residenti di vivere il proprio territorio dignitosamente. Questo, per noi, è gravissimo. Quasi ogni settimana ormai assistiamo a lamentele di residenti che vivono specialmente nelle vicinanze di fossi, di comitati civici sorti proprio per queste problematiche sorte vicino ad impianti di trattamento di rifiuti o di produzione industriale. Non è neanche possibile aspettare che i cittadini si costituiscano in comitato e si rivolgano alla magistratura per ottenere delle risposte che dovrebbero essere fornite dalla politica e dall’amministrazione. Un’amministrazione che sta attenta al territorio inizia un lavoro di monitoraggio delle zone più a rischio e su queste avvia delle indagini continue attraverso tutti gli strumenti in suo possesso per controllare le emissioni odorigene e in genere la qualità dell’aria a tutela di tutti i cittadini. Il sindaco può intervenire e lo deve fare a termine di un percorso serio di monitoraggio, sia su tutte le attività esistenti se producono emissioni odorigene anomale, sia in particolare nelle autorizzazioni a nuove attività dove è possibile inserire dei limiti. E’ un atto di responsabilità che non può mancare. L’ambiente va salvaguardato per garantire la qualità della vita di chi abita e vive il territorio. E finora è stato fatto molto poco”.

CONDIVIDI