Home Aprilia “Tumore al seno, emergenza sociale”, successo per la Campagna Nastro Rosa 2018...

“Tumore al seno, emergenza sociale”, successo per la Campagna Nastro Rosa 2018 nella provincia di Latina

La Campagna Nastro Rosa 2018 ha avuto un grande successo nella provincia di Latina. Organizzata dalla Sezione Provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), la Regione Lazio, l’Azienda Sanitaria Locale (ASL) di Latina, la Breast Unit di Latina e l’ Università Sapienza di Roma- Polo Pontino, ha coinvolti tutti e 33 i Comuni pontini che hanno illuminato di rosa una location rappresentativa della loro città. Sono state inoltre coinvolte, anche per questa 26^ edizione, Istituzioni, Enti, Associazioni, Autorità Civili e Militari. Tanti i  convegni, gli incontri, i dibattiti, le campagne di Informazione e sensibilizzazione organizzate in tutta la provincia, a cominciare dalla conferenza stampa di apertura tenutasi il 30 settembre nell’Aula Consiliare del Comune di Minturno. Si sono infatti susseguiti per tutto il “Mese Rosa”,  appuntamenti partecipatissimi a Latina, Sabaudia, Aprilia, Pontinia, Roccagorga, Maenza, Sermoneta, Priverno, Gaeta.
La Chiusura si terrà il 10 novembre, ore 10, a Latina, con la partecipazione di S.E. il Prefetto e del Direttore Generale Giorgio Casati.

La “Campagna Nastro Rosa”, com’è noto, lancia annualmente un invito per ricordare che con una Prevenzione e una Educazione in campo Oncologico eseguita sistematicamente, il tumore al seno, definito per sua natura il “big killer”, può essere praticamente sconfitto.
La percentuale dell’incidenza tumorale al seno, purtroppo, cresce anno dopo anno, ma una diagnosi precoce fa la differenza. Intervenire subito può far salire, infatti, le possibilità di guarigione a circa il 95%, come il fatto di rivolgersi a percorsi organizzati come screeenig e Breast Unit aumenta di circa il 20% la possibilità di sopravvivenza delle donne colpite da tumore.
La neoplasia mammaria rappresenta, in Italia, la prima causa di morte per tumore nelle donne.
Sviluppare la cultura della consapevolezza significa introdurre, nell’immaginario collettivo, la convinzione che una prevenzione costante ed un migliore ed adeguato stile di vita, sono necessari per mantenere un buono standard della qualità della stessa.
Il presidente della LILT Provinciale, dott. Alessandro Rossi, ha invitato tutti i Sindaci ad intervenire alla , voluta da .
Ecco perché è davvero importante la presenza dei rappresentanti dei Comuni, degli Enti, delle Associazioni coinvolte in questa azione sinergica che porterà frutti a beneficio dell’intera collettività grazie all’impegno che ciascuno, per la sua parte e la sua competenza, riserverà alla stessa.