Home Ardea Ardea, 65enne pestato a morte per gelosia: assassini condannati a 30 anni

Ardea, 65enne pestato a morte per gelosia: assassini condannati a 30 anni

La Corte d’Appello di Roma ha confermato le condanne nei confronti di A.E.S. e S.S., 35enne e 40enne di Nettuno, dichiarati colpevoli per l’omicidio di Aldo Micieli.

Micieli era stato brutalmente picchiato e ucciso a Tor San Lorenzo il 12 ottobre del 2017.

Ora i giudici hanno confermato ciò che era già decretato durante le udienze preliminari nel tribunale di Velletri (nel 2018), condannando i due imputati a 30 anni di carcere.

La tragica morte di Micieli è stata causata da un brutale pestaggio ad opera dei due. Secondo gli inquirenti il movente è legato alla gelosia provata dal 35enne A.E.S. nei confronti di Micieli, per essere diventato il compagno della sue ex fidanzata.

La gelosia si è trasformata in rabbia e nel desiderio di voler punire Micieli. Ma la “punizione” si è trasformata in un efferato delitto passionale.

A.E.S., insieme al suo complice S.S., hanno pedinato l’ex e Micieli e, dopo averli visti scendere da un autobus a Tor San Lorenzo, hanno aggredito mortalmente il 65enne.

Dopo il pestaggio, la vittima è stata trovata adagiata su una panchina. Inutile la corsa all’ospedale di Anzio, Micieli versava già in gravissime condizioni e poco dopo il ricovero non ce l’ha fatta.