Home Ardea Ardea contro il femminicidio: il 25 novembre in aula consiliare esperti a...

Ardea contro il femminicidio: il 25 novembre in aula consiliare esperti a confronto

Con il Patrocinio del comune di Ardea, il 25 novembre dalle 16.30, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, presso la sala consiliare del comune di Ardea, l’assessorato alle politiche sociali e la Lega Consumatori G.O.T Ardea in collaborazione con AIDE Nettuno provinciale lazio, organizzano il TAVOLO TECNICO
“Femminicidio! Crimine contro l’umanità” (prevenzione e sicurezza). Denuncia e ammonimento, come difendersi dalle minacce.

Introduce Rina Denti, Presidente Lega Consumatori G.O.T Ardea. Modera Antonella Rizzo, Scrittrice.

Intervengono: Sonia Modica, Assessore alle politiche sociali; Anna Silvia Angelini, Presidente AIDE Nettuno provinciale Lazio; Eleonora Nocito, Criminologa; Serena A. Gasperini, Avvocato; Nello Vaudi, Istruttore FederKravmaga Italia; Maria Tinto, Psicologa clinica; Valentina Pompozzi, Consulente Legale. Con la partecipazione della vigilessa Anna Capponi.

Durante il Tavolo tecnico verranno affrontate, inoltre, le problematiche connesse alla violenza sulle donne, proponendo azioni di contrasto e prevenzione realmente efficaci, denuncia e ammonimento, come difendersi dalle minacce, l’iter della compilazione della denuncia.

Anche quest’anno siamo a ricordare che il 25 novembre ricorre la “Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne”.
Il 25 novembre è stato scelto nel 1999 come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite.
Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime dittatoriale nella Repubblica Dominicana.
La Dichiarazione delle Nazioni Unite sull’eliminazione della violenza contro le donne del 1993 ha definito quest’ultima come violazione dei diritti umani ed in particolare all’art.2, specifica che essa riguarda:
• La violenza fisica , sessuale e psicologica nel contesto domestico e perpetrata da membri della famiglia,
• La violenza fisica, sessuale e psicologica che avviene all’interno della comunità in generale,
• La violenza fisica, sessuale e psicologica perpetrata o tollerata dallo Stato, ovunque si manifesti.
L’ONU e l’Unione Europea definiscono violenza di genere quella che “si annida nello squilibrio relazionale tra i sessi e nel desideri odi controllo e di possesso da parte del genere maschile sul femminile.

Nel 2006 il termine viene trasformato in “femminicidio” dalla parlamentare messicana Marcela Lagarde per definire la forma estrema di violenza di genere contro le donne attraverso varie condotte misogine.

Durante il Tavolo Tecnico Verrà esposta la mostra fotografica “Prenditi cura di Te” a cura della fotografa Francesca Barbera.