Home Ardea Ardea, la 15enne Ilaria di Mitri selezionata per la Materclass Endurance

Ardea, la 15enne Ilaria di Mitri selezionata per la Materclass Endurance

Ilaria di Mitri

Una ragazza di Ardea tra i sei selezionati per la prima Masterclass di endurance a livello internazionale ideata da Italia Endurance Academy: una promessa per il futuro della disciplina equestre. «Un’esperienza fantastica. Ho imparato tante cose nuove che prima non sapevo». È entusiastico il giudizio di Ilaria Di Mitri sulla Masterclass di endurance appena conclusasi ad Agello (PG). Selezionata a livello europeo assieme ad altri cinque riders, la giovane di Ardea (classe 2004), tesserata con il circolo ippico umbro Wild Horse ASD, ha potuto così trascorrere quattro giorni (23-26 aprile) di autentica full immersion nel mondo dell’endurance, in compagnia dei più grandi professionisti italiani della disciplina equestre.

Cos’è l’endurance

L’endurance è, dopo il salto a ostacoli, il secondo sport equestre più diffuso al mondo. Le sue origini risalgono ai Pony Express, il servizio di posta prioritaria americano che tra il 1860 e il 1861 collegava la costa atlantica con quella pacifica tramite l’utilizzo dei cavalli. Tale sistema, che contava su una sorta di staffetta tra i vari Pony Express, si rivelò straordinariamente efficace, riducendo di molto i tempi di recapito della posta. Oggi l’endurance è una vera e propria disciplina sportiva, che consiste in corse di resistenza su percorsi di varia natura e di lunghezza compresa tra 30 e 160km con cavalli arabi e angloarabi. Peculiarità di questo sport è l’attenzione alla salute del cavallo, che ogni 30-35km viene sottoposto a un check up medico completo. Dagli anni Novanta in poi, anche grazie all’interessamento delle famiglie reali dell’Emirato del Dubai e di quello di Abu Dhabi, l’endurance ha conosciuto una crescita di interesse esponenziale, e oggi è praticato e seguito da un vasto pubblico.

La Masterclass

Unica nel suo genere a livello internazionale, la Masterclass di endurance ha visto protagonisti sei cavalieri, promesse nel panorama italiano, e tanti professionisti di primo livello di questa disciplina sportiva. Ospitati presso l’Italia Endurance Academy, l’istituzione di riferimento in Italia nel mondo dell’endurance nonché la promotrice dell’iniziativa, i giovani riders (oltre a Ilaria Di Mitri, Maria Letizia Grazia Orecchioni, Matilde Giacosa, Samuel Perri, Federico Valeri e Martina Vida) hanno potuto godere di uno scenario di straordinaria suggestione – le colline umbre che circondano l’abitato di Agello – e della presenza di autentici campioni, prima tra i quali Costanza Laliscia, coordinatrice della Masterclass.

A soli 19 anni, Costanza Laliscia è l’amazzone di punta nel panorama italiano. La sua collezione di ori e argenti, a livello internazionale, è cresciuta nel tempo assieme alla volontà di consegnare a chi pratica l’endurance il senso di un’esperienza sportiva a tutto tondo. Per questa ragione, la Masterclass da lei coordinata ha voluto articolarsi su un lavoro in sinergia con il cavallo, ma anche sull’importanza di possedere conoscenze veterinarie e preparazione fisica specifica, sull’utilità di saper gestire una competizione, e sul valore aggiunto che può derivare dall’approcciarsi al mental coaching, alla leadership e alla comunicazione.

A salutare una full immersion di quattro giorni è giunto anche Marco Di Paola, presidente della Federazione italiana sport equestri, che ha espresso il proprio entusiasmo per la ricchezza sia pratica che valoriale del corso stesso. Oltre a Costanza Laliscia e a Carolina Tavassoli Asli, campionessa e amazzone di grande esperienza del Fuxiateam, nel corso della Masterclass i sei giovani hanno partecipato attivamente alle lezioni pratiche e teoriche di Billy Lombardi (lavoro in piano), Bijoy Brachini (“Il team: together everyone achieves more”), Fabian Steivano (Percorso “Ostacle, course, race” ), Angelo Paris, medico veterinario (“Il cavallo da endurance: gestione generale” e “Il cavallo da endurance: valutazione della capacità atletica”) e Mario Becchetti (“Endurance: valori, leadership e comunicazione”).