Connettiti con noi

Ardea

Ardea, spazzano la strada e trovano un’urna funeraria: si cerca chi ha ‘abbandonato’ il defunto

Pubblicato

il

Urna funeraria Ardea

Macabra scoperta ieri ad Ardea, sul lungomare degli Ardeatini, dove due operatori ecologici hanno trovato l’urna funeraria di una donna deceduta poco più di un anno fa.

A fare la scoperta Cristian Ditanutto e il suo collega Giuseppe Limongi, durante le operazioni di spazzamento della strada, all’altezza del civico 180: l’urna cineraria è spuntata da sotto cumulo di sabbia. Immediatamente i due uomini hanno fermato una pattuglia dei carabinieri che proprio in quel momento stava transitando sul Lungomare degli Ardeatini. I militari hanno però riferito di non potersi occupare del caso, di competenza della polizia locale, attivata dagli stessi carabinieri.

Leggi anche: «Dopo di noi»: il modello di welfare integrato nei Comuni di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno

Ardea, trovata un’urna funeraria abbandonata

Sul posto è quindi giunta una pattuglia della polizia locale, che ha avvisato il magistrato di turno della scoperta. L’urna cineraria, che appartiene a una donna morta il 9 agosto del 2020 all’età di 69 anni, è stata posta sotto sequestro e portata al cimitero di Ardea. Sono state immediatamente avviate le indagini per cercare di identificare i parenti della donna defunta e capire da dove provenga l’urna cineraria e da chi sia stata buttata. Chiunque sia stato, ha commesso un reato penale: la dispersione delle ceneri non autorizzata dall’ufficiale dello stato civile, o effettuata con modalità diverse rispetto a quanto indicato dal defunto, è punita con la reclusione da due mesi a un anno e con la multa da 2.582 a 12.911 euro.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy