Home Ardea Ardea, stagione balneare al via dal 15 maggio: spiagge smoke free

Ardea, stagione balneare al via dal 15 maggio: spiagge smoke free

È stata firmata dal Sindaco Mario Savarese l’ordinanza balneare 2021. L’avvio della stagione balneare è fissato al 15 maggio prossimo e perdurerà fino al 31 ottobre 2021.

Per il permanere dell’emergenza sanitaria, anche quest’anno in tutti gli stabilimenti balneari e nelle aree in concessione, nonché nelle spiagge libere, vigerà l’obbligo del rispetto delle misure anti Covid. Si dovranno predisporre le opportune informazioni sulle misure di prevenzione da adottare; l’accesso agli stabilimenti potrà essere consentito previo rilievo della temperatura corporea; gli ombrelloni dovranno essere posizionati in modo che sia rispettata una distanza minima di 5 metri da qualunque altro ombrellone; 1,5 metri la distanza minima tra i lettini e non meno di un metro tra le persone.

Assistenza bagnanti dal 15 giugno al 15 settembre

Sulle spiagge libere, non affidate in convenzione, sarà garantita la postazione di salvataggio con assistenza ai bagnanti. Da metà giugno fino a metà settembre tutti i giorni dal lunedì alla domenica dalle 9.00 alle 20.00 (il sabato e la domenica dalle 8.00 alle 20.00) sarà garantito il servizio di salvataggio. Le spiagge non presidiate dall’assistenza in mare saranno precluse alla balneazione. In accordo con il Comune di Pomezia si sta inoltre definendo un protocollo di intesa con la capitaneria di porto per gestire i controlli su tutto il litorale. 

Spiagge smoke free

La novità dell’ordinanza di quest’anno è costituita dal divieto di fumo. Le spiagge di Ardea saranno “Smoke Free” pertanto saranno create aree dedicate ai fumatori: un passo importante per la tutela dell’ambiente.
Inoltre, nel rispetto della deliberazione di Consiglio Comunale n° 24 del 10.05.2019 “Adesione alla campagna Plastic free Challeng” è fatto divieto all’utilizzo di tutti gli articoli in plastica monouso, con particolare riguardo a quelli legati alla vendita ed alla somministrazione di cibi e bevande, incentivando il vuoto a rendere per il consumo di bevande, gli esercizi commerciali dovranno utilizzare piatti, posate, bicchieri e tovaglie in materiale compostabile o lavabile.