Home Castelli Romani Degustando 2019, i sapori e la tradizione ritornano dal 25 al 28...

Degustando 2019, i sapori e la tradizione ritornano dal 25 al 28 aprile

“Torna Degustando ma cambiano le date. La fiera enogastronomica regionale di Monte Compatri, giunta alla sua 94esima edizione, aprirà le porte il prossimo 25 aprile fino a domenica 28. Quattro giorni dedicati al gusto, ai sapori della tradizione, alla cultura, all’arte e alla natura; con i banchi espostivi, i punti ristoro e il mercato dei produttori con prodotti tipici, vino dei Castelli Romani e birre artigianali.

Apertura il giorno della festa della Liberazione alle ore 11:00 con il corpo folkloristico Compatrum, alle 17:00 show cooking sull’amatriciana con Alain Stratta, concorrente di Masterchef 6, e a seguire assaggio. Il giovedì e il venerdì area stand con accesso libero per le degustazioni; sabato 27 e domenica 28 ingresso a pagamento, con il ticket da 10 euro che consentirà di assaporare piatti locali nelle quattro postazioni del centro storico”, dichiara la delegata al Commercio e allo Sport, Irene Moriconi.

“La fiera Degustando-San Giuseppe vedrà il cuore delle manifestazioni nell’ultimo weekend del mese: tornano anche quest’anno la passeggiata con gli animali della Collina degli asinelli, che curerà anche il laboratorio di candele; confermate le visite guidate con l’associazione Archeoclub, su prenotazione con un minimo di 8 persone; laboratori per bambini dedicati al tema della gastronomia, dell’educazione alimentare e mangiar sano, della pittura ma non solo. Alla fine della passeggiata di viale Busnago, subito dopo il mercato dei produttori del Lazio, l’area giochi per i più piccoli”, continua la consigliera delegata al Commercio.

“Il pomeriggio di sabato 27 sarà raccontato da Radio Radio che per l’occasione farà, da Monte Compatri, una diretta in esterna dell’evento. L’area fieristica si snoda tra viale Busnago, dove ci saranno i produttori con le loro prelibatezze; piazza Mastrofini, dove verranno allestiti gli stand per gli espositori, spazi dedicati alla vendita e alle degustazioni; il centro storico, dove saranno posizionati i punti ristoro, raggiungibili con il trenino turistico gratuito per i possessori di ticket, dove assaporare al costo di 10 euro fettuccine, fagioli con le salsicce e gli aperitivi offerti in abiti storici dall’associazione Borgo Ghetto”, aggiunge Moriconi.

“I cittadini e i turisti che nel giorno del 25 e 26 aprile spenderanno un minimo di 40 euro in uno dei ristoranti di Monte Compatri, avranno diritto ad una carta gratuita per il sabato 27 o la domenica 28, giornate dedicate alla ristorazione.

Torna anche il concorso il Vicolo più bello, con la premiazione per lo scorcio più caratteristico e colorato da piante e fiori prevista il 28 alle 16:30, nella sala di Tinello Borghese. Chiusura fiera, la domenica, con un doppio concerto: il coro polifonico Moreschi si esibirà al Duomo dell’Assunta dalle 18:00, a seguire la banda di Gavignano insieme alle majorettes”, dichiara il sindaco Fabio D’Acuti.

“Anche quest’anno una duplice modalità per gli espositori: banchi fuori o dentro stand, rispettivamente al costo di 100 euro e 140 euro, che garantirà anche la vigilanza, come da regolamento. Le domande dovranno pervenire entro il 15 aprile. Prevista anche la possibilità di diventare sponsor dell’iniziativa”, spiega il primo cittadino D’Acuti.

“Come sempre non posso non ringraziare tutte quelle associazioni e quei volontari che si impegnano e sottraggono del tempo alla propria vita privata per dedicarsi ad un appuntamento oramai tradizionale per la comunità monticiana: una fiera che mira a promuovere l’immagine della nostra cittadina, ma che punta anche a fare rete.

La cornice di questo poker del gusto sarà il centro storico con i suoi splendidi scorci. A partire da piazza Mastrofini per arrivare al Belvedere di piazza della Repubblica. Consapevole dei disagi, perché un evento simile stravolge orari e abitudini – a partire dalla circolazione per arrivare ai parcheggi –, confido nella comprensione dei disagi coscienti dell’importanza di una simile iniziativa per la nostra Monte Compatri”, conclude il sindaco Fabio D’Acuti.