Home Ambiente Lite tra vicini per la discarica di Roncigliano: L’opposizione del Comune di...

Lite tra vicini per la discarica di Roncigliano: L’opposizione del Comune di Ardea attacca il Sindaco di Albano

Lite tra vicini per Roncigliano. L’opposizione del Comune di Ardea, attacca a muso duro il sindaco di Albano Nicola Marini del Partito Democratico.
Durissimo intervento dei consiglieri di opposizione del comune limitrofo: “chiedere l’accesso agi atti, quando si hanno solo 60 gironi di tempo per fare ricorso equivale a fare finta di intervenire. Ci vuole una mobilitazione di tutti, cittadini compresiAnche nei migliori condomini capita di avere delle incomprensioni. Ma quando nel paese dei campanili lo scontro passa da un Comune all’altro la situazione si fa ancora più interessante. E l’importanza nel tema c’è tutto: la discarica di Albano, appunto ricadente sul territorio di Albano ma anche molto prossima al territorio di Ardea. E se l’opposizione politica del Consiglio Comunale locale non alza troppo la voce, nonostante gli allarmi per il rischio del ritorno della discarica piovuto sul primo cittadino di Albano Laziale, ci pensano i vicini di Ardea a suonare una bella sveglia. Firmano un comunicato congiunto i consiglieri di opposizione nell’emiciclo di Ardea – Iotti (FdI), Giordani e Tarantino (Cambiamo), Neocliti (Misto), L. Ludovici (Lega), Marcucci (ClGpA) – e al Sindaco del comune limitrofo non gliele mandano a dire: “Il Sindaco – dichiarano uniti i consiglieri – sta facendo solo delle mosse apparenti ma sta perdendo tempo, abbiamo meno di 60 giorni. Aspettare la risposta dell’accesso agli atti è un vicolo cieco. Devono partire subito i ricorsi dei comuni e della cittadinanza. Lentezza e incertezza del Primo Cittadino di Albano che sta facendo finta di opporsi al PD in Regione. Il Sindaco di Albano chiarisca fin da subito se risponde ad ordini di scuderia oppure no in merito alla discarica di Roncigliano”. Insomma, l’accusa dei consiglieri è bella precisa: siccome il Sindaco Marini è del Pd, secondo loro vorrebbe obbedire a “sirene di partito” (Democratico, ovviamente) e fare finta di muoversi contro la discarica di Roncigliano con un accesso agli atti che verrà probabilmente affossato dai tempi della burocrazia. I consiglieri comunali di Ardea invece invitano non solo li Sindaco di Albano, ma anche i comitati, i cittadini e i comuni limitrofi a muoversi celermente per produrre più opposizioni al Tar possibili al fine di scongiurare il rischio del ritorno della discarica di Roncigliano. E la chiusura del comunicato del gruppo di opposizione di Ardea suona più come una bordata al Sindaco di Albano, che non una semplice presa di posizione: “Mentre lui aspetta la risposta della Regione il tempo passa, e questa passività lascia pensare che anziché voler fermare la discarica, qualcuno la voglia qui nel nostro territorio (…) A Marini diciamo di lasciare perdere le sirene di partito e difendere il territorio, e ai cittadini di tutte le aree interessate chiediamo di aiutarci per condurre questa battaglia seriamente e, si spera, senza secondi o terzi fini. Il territorio ne ha davvero bisogno”. Sorprende che una simile polemica intercomunale non abbia causato particolari reazioni a dire il vero. Ma si sa, quando la politica sfiora l’argomento discariche, le normali regole della dialettica, misteriosamente, vengono stravolte e tutto sembra essere messo a tacere.