Home Cisterna di Latina Notizie Cisterna, tentano il colpo grosso in un’azienda: vengono beccati e scappano nelle...

Cisterna, tentano il colpo grosso in un’azienda: vengono beccati e scappano nelle campagne

controlli cisterna

Quasi mezza tonnellata di cavi in rame ammassati e pronti per essere portati via, vario materiale nella posizione sbagliata e il sospetto della vigilanza privata è bastato per sventare un grande furto ai danni di un’azienda.
La scorsa notte a Cisterna, in provincia di Latina, l’azienda Nalco è stata vittima di un potenziale furto che, per fortuna, è stato sventato. 

Leggi anche: Le lotte dei lavoratori e il peso delle saracinesche abbassate: «Dimenticati dalle istituzioni, abbiamo paura del futuro»

Gli agenti della Polizia di Stato (del locale Commissariato) sono accorsi dopo la segnalazione del servizio di vigilanza privata per un furto in corso. Una volta sul posto il solo arrivo dei poliziotti ha messo in fuga i malviventi: costretti a correre via a piedi nelle campagne circostanti, ma senza portare a termine il furto. Gli agenti hanno così recuperato la mezza tonnellata di cavi in rame, asportati dai generatori di corrente anche con l’utilizzo di un escavatore, che erano stati già ammassati e pronti per essere portati via con un veicolo asportato dal parcheggio dell’azienda. La refurtiva è stata riconsegnata all’azienda, sul posto è intervenuta anche la Polizia Scientifica per rilevare eventuali tracce lasciate dai malviventi.