Home Cisterna di Latina Uccise il padre per difendere la mamma: Cristian Canò è definitivamente libero

Uccise il padre per difendere la mamma: Cristian Canò è definitivamente libero

cristian canò

Definitivamente libero. Cristian Canò, il ragazzo che per difendere la madre uccise il padre nel 2012 per opporsi alle sue continue violenze, ha finito di scontare la sua pena di sette anni e sei mesi di reclusione e da ieri è libero. Dallo scorso giugno tuttavia da giugno 2018 aveva lasciato il carcere di Rebibbia ottenendo anche un permesso di lavoro. Inizialmente, lo ricordiamo, l’allora 18enne venne detenuto ai domiciliari per poi essere tradotto in carcere circa tre anni fa, nel giugno 2016.

Cristian Canò in questi anni è stato un esempio del percorso riabilitativo che dovrebbero porre in essere le istituzioni: non ha mai interrotto gli studi – sia quando si trovava ai domiciliari sia durante la sua permanenza nel carcere di Rebibbia – seguito pedissequamente dai suoi insegnanti, i quali non esitano a definirlo “un modello”, si è diplomato e poi si è iscritto all’università. Oggi, il commento liberatorio su Facebook del ragazzo: «LIBERO».