Home News Fiumicino, disinfestazioni anti zanzare: ecco il calendario completo e come comportarsi

Fiumicino, disinfestazioni anti zanzare: ecco il calendario completo e come comportarsi

niziano questa settimana gli interventi di disinfestazione contro gli insetti alati. La ditta dell’assessorato all’Ambiente eseguirà sia interventi contro le larve che contro gli insetti adulti in tutto il territorio.

I primi riguardano solo le caditoie e le bocche di lupo e non richiedono precauzioni particolari da parte degli abitanti delle aree interessate.

Per i secondi, invece, sarà necessaria la collaborazione delle cittadine e dei cittadini.

Ecco cosa bisogna fare subito prima e durante l’intervento nella propria zona:

• non sostare nelle piazze e nei luoghi oggetto di disinfestazione durante lo svolgimento del servizio

• non lasciare panni e indumenti all’aperto

• tenere finestre e balconi chiusi

• mettere al riparo alimenti, animali domestici e di allevamento.

Ulteriori accorgimenti da adottare per prevenire infestazioni di zanzare:

• Evitate la formazione di ristagni d’acqua

• Svuotate nel terreno, e non nei tombini, sottovasi, piccoli abbeveratoi, innaffiatoi

• Coprite con zanzariere o teli di plastica (senza creare avvallamenti) i contenitori d’acqua inamovibili quali vasche, bidoni, fusti, ecc.

• Non stoccare pneumatici vecchi all’aperto

• Diffondete a vicini e conoscenti queste semplici norme.

Si invitano i cittadini a parcheggiare i propri mezzi in modo tale da non ostacolare le operazioni di disinfestazione.

Ecco il calendario degli interventi durante i quali seguire le prescrizioni precedentemente elencate:

• Venerdì 17 luglio dalle ore 22: Fiumicino, Isola Sacra

• Venerdì 24 luglio dalle ore 22: Parco Leonardo, Le Vignole, Focene

• Venerdì 31 luglio dalle ore 22: Aranova, Maccarese, Testa di Lepre

• Venerdì 7 agosto dalle ore 22: Fregene – Torrimpietra

• Venerdì 14 agosto dalle ore 22: Passoscuro, Palidoro, Tragliatella

Naturalmente, tutti i prodotti utilizzati sono regolarmente autorizzati dal Ministero della Sanità come presidi medico-chirurgici.