Home Frosinone News Ciociaria Area Est Sora, ospedale al collasso: niente anestesisti e interventi bloccati. Dura lettera a...

Sora, ospedale al collasso: niente anestesisti e interventi bloccati. Dura lettera a Regione e Asl

L'ingresso dell'ospedale di Sora
“Sospesi dal primo luglio gli interventi chirurgici in elezione per carenza di anestesisti all’ospedale SS. Trinità di Sora. L’ospedale della città volsca, che ha una posizione nevralgica ed un vasto bacino di utenza, non può più garantire i servizi tra i più importanti che un ospedale possa fornire e che invece in periodo di emergenza Covid-19 è riuscito egregiamente ad erogare”.
 
Va giù duro il vice coordinatore regionale di Forza Italia Gianluca Quadrini. Che prosegue: “Nel dettaglio, non si possono più operare i tumori, se non urgenti, non si possono effettuare gli interventi chirurgici programmati dopo chemioterapia neoadiuvante; non solo la chirurgia oncologica è colpita ma anche quella ordinaria, della breast unit, ortopedica, non traumatica, la chirurgia ginecologica e urologica maligna e benigna”.
 
“Tanti sono i cittadini del sorano e zone limitrofe costretti ad emigrare verso altre strutture fuori dal territorio, anche regionale, per farsi curare – ha dichiarato ancora Gianluca Quadrini, commissario della XV Comunità Montana, nonché consigliere provinciale e vice coordinatore regionale di FI – Il nostro territorio e il sud della Ciociaria continuano ad essere abbandonati. Siamo davanti ad una catastrofe: la sanità ciociara è al collasso. È il momento di invertire la rotta perché quello alla salute è un diritto di tutti i cittadini.”
 
Di queste criticità Quadrini fa sapere di chiedere conto nella sua interrogazione urgente a Giuseppe Simeone, presidente della commissione sanità della Regione Lazio e al Direttore Generale Asl Patrizia Magrini. Lo scopo è cercare di risolvere la grave situazione del nosocomio sorano, punto di riferimento per molti utenti delle aree interne del territorio della media valle del Liri, scongiurando eventuali gravi rischi.