Home News Cronaca Latina, la nonna si rifiuta di dargli i soldi per la droga...

Latina, la nonna si rifiuta di dargli i soldi per la droga e l’alcol: nipote la insulta e l’aggredisce

Latina, la nonna si rifiuta di dargli i soldi per la droga e l’alcol: nipote la insulta e l’aggredisce

La situazione andava avanti da circa due anni: un ragazzo, classe ’91, estorceva soldi alla nonna novantenne per comprare droga ed alcol e quando l’anziana si rifiutava il ragazzo la insultava e l’aggrediva verbalmente e fisicamente.

I fatti

I fatti risalgono a qualche giorno fa quando, a seguito di una segnalazione per una violenta lite familiare, la Questura di Latina è intervenuta in Strada Cerreto della Croce.

Ad effettuare la chiamate e ad accorgersi della situazione è stato il figlio della donna e zio del ragazzo che, sentendo le urla della madre si era precipitato nell’appartamento dell’anziana per controllare cosa stesse succedendo. Arrivato sul posto, l’uomo ha visto il proprio nipote mentre picchiava la donna, colpendola, dopo averla immobilizzata sul divano.

Il nipote, notando lo zio, si è prima scagliato su di lui senza colpirlo per spaventarlo e poi è fuggito via. L’uomo si è accertato delle condizioni della madre ed ha immediatamente chiamato i soccorsi.

L’intervento della Polizia

Gli agenti della Squadra Volante della Polizia, intervenuti sul posto dopo aver ricevuto la segnalazione da parte dell’uomo, hanno subito interrogato i presenti per ricostruire l’accaduto. Dalla denuncia dell’anziana sono venuti fuori gli anni di soprusi e violenze, dei ceffoni, le percosse, i colpi ricevuti e delle minacce. La donna, inoltre, ha ammesso di temere per la propria vita e di vivere nel terrore.

A seguito di tempestiva informativa presentata in Procura dagli uomini della Squadra Volante, all’alba di questa mattina, personale dello stesso ufficio ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, emessa in medesima data dal G.I.P. del Tribunale di Latina, su richiesta della Procura della Repubblica di Latina, a carico dell’uomo resosi responsabile dei suddetti fatti, nipote della donna. Lo stesso, C.G. classe ‘91, cittadino italiano con precedenti di polizia per stupefacenti, e condotto presso la locale casa circondariale.