Home Latina Pontina, qualcosa si muove. Dopo il senatore Saccone anche per Durigon è...

Pontina, qualcosa si muove. Dopo il senatore Saccone anche per Durigon è priorità

Ad unirsi all’appello lanciato dal Senatore dell’Udc Antonio Saccone sull’emergenza Pontina, è il sottosegretario al lavoro della Lega Claudio Durigon. Sabato scorso In un incontro istituzionale al teatro Foyer, di Latina Durigon ha dichiarato in un breve intervento di volersi occupare dell’annosa questione della via Pontina, cercando di trovare un modo veloce per arrivare all’apertura di un cantiere e di aver inoltre incontrato in merito, il ministro Toninelli. Rendere fruibile un arteria stradale ormai impraticabile con 78061 passaggi giornalieri e 3 incidenti di media ogni chilometro, è fondamentale fa notare il senatore Saccone, in un interrogazione presentata giovedì scorso in discussione al Senato: “La Pontina deve essere inserita come priorità nel Decreto Sblocca Cantieri, perché i soldi ci sono. Non bisogna perdere questa occasione, continuando ad affidarci al destino. Esprimo inoltre, piena soddisfazione che un autorevole esponente del Governo, come Durigon abbia preso in considerazione anche lui l’idea di inserire la Pontina, nel decreto Sblocca Cantieri. È ciò per cui mi sto battendo. Più siamo a farlo più potremmo raggiungere questo obiettivo a prescindere dalle appartenenze politiche. Qui parliamo di vite umane, di qualità di vita, non delle casacche di chi propone o di chi vuole offrire un proprio contributo.”

Nel frattempo Comitati e cittadini non riescono ad adeguarsi al passo lento del governo, chiedono che la Pontina venga ristrutturata completamente, in tempi ragionevoli e sopratutto chiedono giustizia per gli incidenti mortali, avvenuti su una strada, che ha il triste primato di essere tra le più pericolose d’Italia.