Connettiti con noi

Comune di Pomezia

Pomezia, arriva il ‘Bookcrossing’: la biblioteca comunale apre le sue porte e arriva in tutti i quartieri

Pubblicato

il

bibliocrossing Pomezia

Casette di legno nei giardini e scaffali di cartone nei locali pubblici: parte oggi, Giornata nazionale per la promozione della lettura, “Bibliocrossing: prendi un libro, lascia un libro”, progetto di lettura urbana diffusa promosso dal Comune di Pomezia al fine di incoraggiare la lettura e diffondere l’azione culturale e sociale della Biblioteca comunale.

Libri… in circolazione

Il BookCrossing, pratica diffusa in tutto il mondo e già attiva a Pomezia grazie ad associazioni e cittadini attivi, facilita la circolazione dei libri e l’incontro tra questi e le persone, mettendo al centro la lettura come strumento di crescita, formazione e sviluppo di una comunità. 

“L’obiettivo è creare una modalità di ‘lettura urbana’ diffusa – spiega la vice Sindaco Simona Morcellini – che, a partire dal ‘sole’ che è il centro culturale della Biblioteca comunale cittadina, possa illuminare l’intera Città con i suoi raggi, allargando le maglie della lettura all’intero territorio, coinvolgendo tutti i quartieri di Pomezia. ‘Lasciare’ un libro, scambiarlo con altri e altre, equivale a creare una comunità di lettori sul territorio, a connetterli attraverso il sistema dello scambio di libri, a creare una grande biblioteca a cielo aperto, dove ogni cittadino è responsabile del proprio bagaglio letterario, delle emozioni che quel libro ha trasmesso, e del desiderio che ha di donarlo e condividerlo”. 

“La biblioteca comunale apre le sue porte e arriva in tutti i quartieri – ha detto il Sindaco Adriano Zuccalà in occasione dell’inaugurazione – In questi anni abbiamo investito molto sulla biblioteca comunale, che è oggi non soltanto un’opera d’arte a cielo aperto grazie al grande murale di Agostino Iacurci, ma un punto di riferimento per la cittadinanza, in particolare per gli studenti. Ora vogliamo fare di più, vogliamo portare la biblioteca nei quartieri, nei luoghi di socialità e aggregazione come i giardini pubblici, le scuole e i centri anziani, per permettere a tutti di ‘prendere e lasciare libri’”.  All’inaugurazione hanno partecipato gli studenti della scuola dell’infanzia e primaria di Santa Procula.

Si ringraziano gli studenti del liceo Picasso Simone Naticchia e Andrea Depalma per le grafiche.

Bibliocrossing, dove trovare (e lasciare) i libri 

Di seguito i punti di Bibliocrossing attivi sul territorio:

  • Biblioteca comunale (largo Catone)
  • Delegazione di Torvaianica (piazza Ungheria 10)
  • Ufficio Anagrafe (piazza San Benedetto) 
  • Uffici comunali Selva dei Pini 
  • Santa Palomba – Roma due: giardini via Fiorucci
  • Campo Ascolano: parco accanto alla Chiesa 
  • Martin Pescatore: giardini via Vinci
  • Torvaianica: giardini piazza Italia
  • Colli di Enea: piazza Sergio Leone
  • 16 Pini: parco pubblico via Afrodite
  • Torvaianica Alta: parcheggio fronte scuola 
  • Campo Jemini: parco pubblico via delle Campanule/via dei Fiordalisi
  • Castagnetta: parcheggio accanto alla scuola
  • Santa Procula: piazza Araldo di Crollalanza
  • Nuova Lavinium: parco Falcone via Alcide De Gasperi
  • Selva dei Pini: parco pubblico

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy