Home News Consigli di Viaggio e News Turismo Parchi Roma: l’elenco completo e le informazioni utili sugli spazi verdi della...

Parchi Roma: l’elenco completo e le informazioni utili sugli spazi verdi della Capitale

Parchi di Roma

La città eterna offre tantissimi spunti per il turismo che vanno oltre i tradizionali ed imperdibili monumenti che la rendono unica nel mondo. Se avete la possibilità di restare a Roma per più di un giorno, oppure se volete semplicemente alternare i luoghi cult della Capitale con altre proposte altrettanto emozionanti, non potete perdere la visita ai parchi verdi e alle ville.

Roma infatti offre tantissimi scorci immersi nella vegetazione dove prendersi un break dalla confusione della città (o dalla folla di turisti sempre presente), riposarsi dopo lo shopping e svagarsi un po’. Vediamo allora le proposte assolutamente da non perdere, in un perfetto mix tra luoghi conosciuti e meno noti che sapranno sorprendervi.

Colle del Gianicolo

La Passeggiata del Gianicolo, da cui si gode uno dei panorami più suggestivi del centro storico di Roma, è costituita da due grandi viali alberati da platani, costeggianti la Villa Aurelia, che si riuniscono nel piazzale Garibaldi. Proseguono poi in un’unica strada che scende a tornanti verso la chiesa di Sant’Onofrio, realizzata a completamento della Passeggiata nel 1939.

Dal 1904, sotto il Belvedere del Gianicolo, alle ore 12 in punto tre soldati ogni giorno caricano un obice a salve e sparano un colpo. La tradizione del colpo di cannone risale a Pio IX che, per evitare confusioni di orario, istituì nel 1846 questo servizio.

Come arrivare 

La Via di riferimento per visitare Colle del Gianicolo è Via Garibaldi. Dal centro di Roma è possibile arrivare al Colle del Gianicolo, salvo limitazioni alla circolazione veicolare, tramite Viale delle Mura Gianicolensi, tramite Via Merulana o tramite Viale del Muro Torto. A piedi il centro di Roma dista circa 4.0 km. E’ possibile inoltre utilizzare i mezzi pubblici quali la linea bus 64, 40, 115, 982 con cambio con la linea della Metro A.

Orari e informazioni utili 

Il parco è sempre accessibile. 

Mappa parco

 

 

 

 

 

 

Parco Centrale del Lago, laghetto dell’Eur (passeggiata giapponese)

Il laghetto fa parte del più ampio Parco Centrale dell’Eur, progettato durante il fascismo e realizzato negli anni ‘60, che ospita una ricchissima quantità e varietà di flora e fauna tra cui i magnifici ciliegi del Giappone.

Nel lago sono presenti numerose specie ittiche. Un’ampia area gioco attrezzata e recintata all’interno della quale gli adulti sono ammessi solo se accompagnati da bambini!

Come arrivare 

Dal centro di Roma è possibile arrivare con la Metro B oppure in auto, salvo limitazioni, seguendo Via Cristoforo Colombo. Percorsi alternativi sono rappresentati da Viale Marconi e Via Ostiense. 

Orari e informazioni utili 

Maggiori informazioni sono disponibili su www.eurspa.it.
 
Mappa parco
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Villa Borghese

ll Parco di Villa Borghese occupa una vasta area nel cuore della città. La villa racchiude al suo interno edifici, sculture, monumenti e fontane, opera di illustri artisti dell’arte barocca, neoclassica ed eclettica, contornati da alberi secolari, laghetti, giardini all’italiana e grandi spazi liberi, realizzati con grande cura.

I luoghi più suggestivi di Villa Borghese sono: il Giardino del lago dove è possibile noleggiare delle barchette e ammirare, al centro dello specchio d’acqua, il Tempietto dedicato ad Esculapio e, lungo le sponde, la Meridiana e la Fontana della Famiglia dei Satiri;  i Giardini Segreti (Giardino dell’Uccelliera, Giardino Vecchio, Giardino della Meridiana e Giardino della Coltivazione) ricostruiti sulla base di documentazioni storiche e iconografiche; Piazza di Siena nominata così in onore della città di origine della famiglia Borghese, sede del Concorso Ippico Internazionale, dove si svolgono eventi e concerti; il Casino Borghese del Vasanzio, nel quale ha sede la Galleria Borghese; la Fortezzuola oggi sede del Museo Canonica; il Museo Etrusco di Villa Giulia e la Galleria d’arte Moderna e il Parco dei Daini.

Come arrivare 

Villa Borghese è situata in Piazzale Napoleone I. Dal centro di Roma Villa Borghese dista circa 1.5 km, dunque si può raggiungere anche a piedi. Con i mezzi pubblici è possibile utilizzare la linea bus 910.

Orari e informazioni utili 

Villa Borghese è aperta dall’alba al tramonto. Per informazioni telefonare al Servizio Giardini 06 6710 9312 – 06 6710 9315. E’ disponibile all’interno il servizio di noleggio bici e il teatro dei burattini.
 
Mappa parco
 

Villa Doria Pamphilj

Residenza di campagna della famiglia Pamphilj, sotto il pontificato di Innocenzo X (1644-1655) assunse l’aspetto di una fastosa residenza nobiliare di campagna, ampliata poi nel 1856 dal Principe Andrea V Doria Pamphilj che acquistò la Villa Corsini a Porta San Pancrazio.

Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Il parco è sempre aperto dall’alba al tramonto. Tra i servizi troviamo un’area gioco attrezzata per bambini, attrezzature sportive, maneggio e noleggio pony, WC.
 
Mappa parco
 

Parco della Caffarella

Parte integrante del Parco dell’Appia Antica, ne costituisce l’accesso principale e privilegiato. Il nome della valle deriva dalla principale tenuta storica presente nella zona, appartenente alla famiglia dei Caffarelli. Il parco è ricco di testimonianze storiche e architettoniche e per questo negli ultimi anni un comitato di cittadini, in collaborazione con le amministrazioni comunali, ha portato avanti numerose battaglie per ridare luce a quest’area sottratta per tanto tempo al pubblico.

Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Casale dell’Ex Mulino, Via della Caffarella, 23. Aperto al pubblico il sabato e la domenica (tranne gennaio, luglio e a agosto). Orario di apertura: 10-16 ora solare; 10-18 ora legale. Visite guidate al Sepolcro di Annia Regilla in primavera e autunno: la seconda domenica del mese alle ore 11.00.

Casa del Parco Valle della Caffarella – Casale Vigna Cardinali 
Ingresso via Latina – Largo Tacchi Venturi. E’ aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 17 (fino al tramonto nella stagione estiva). Visite guidate, nolo bici, laboratori per bambini, orto didattico. Info casadelparco@parcoappiaantica.it. In loco è disponibile un’area gioco attrezzata per bambini.

Mappa parco
 

Villa Sciarra

Villa Sciarra è una delle ville urbane di Roma con un’estensione di sette ettari e mezzo situata sulle pendici del colle Gianicolo tra i quartieri di Trastevere e Monteverde Vecchio, addossata alle Mura gianicolensi, cui si accede da due possibili ingressi: il primo su piazzale Wurts, progettato da Pio Piacentini, che prende il nome dall’ultimo proprietario, George Washington Wurts, al quale si deve la disposizione del giardino e dei monumenti in esso contenuti, ed il secondo su largo Filippo Minutilli. Prende il nome dalla famiglia nobile pontificia degli Sciarra. 
 
Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Questi gli orari: 

  • ottobre – febbraio:  7.00 – 18.00
  • aprile – agosto: 7.00 – 21.00
  • marzo – settembre: 7.00 – 20.00

Sono disponibili giochi per bambini nei pressi dell’Uccelliera.
Accesso disabili: si consiglia l’ingresso di Via Calandrelli o quello di via delle Mura Gianicolensi.

Mappa parco
 

Villa Torlonia

Originariamente proprietà agricola della famiglia Pamphilj venne acquistata alla fine del Settecento dal banchiere Giovanni Torlonia che commissionò a Giuseppe Valadier il progetto di trasformazione della proprietà agricola in propria residenza, attraverso la realizzazione del Casino Nobile e del Casino dei Principi.
 
Attualmente la villa ha riacquistato l’antico splendore, offrendo al pubblico tre sedi museali espositive: il Museo della Casina delle Civette, dedicato alla vetrata artistica, Il Museo del Casino Nobile, che ospita il Museo della Villa e la collezione della Scuola Romana, Il Casino dei Principi sede dell’archivio della Scuola Romana e spazio per mostre temporanee. Un gradevole punto di ristoro si trova presso La Limonaia e, nell’attiguo Villino Medioevale, ha sede la ludoteca Technotown.
 
Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Dal 1 ottobre al 31 marzo ore 7.00-19.00. Dal 1 aprile al 30 settembre ore 7.00-20.30. 1° maggio 2020 (N/D). E’ presente un’area gioco attrezzata per bambini.

Mappa parco

Villa Ada

Il grande parco, adorno di numerosi edifici neoclassici ed eclettici quali il Tempio di Flora, la Villa Polissena, le Scuderie Reali, lo Chalet svizzero, la Torre Gotica è caratterizzato da boschi di lecci, querce da sughero, pinete e prati, secondo la tradizionale configurazione irregolare del giardino all’inglese.

La vastità territoriale di Villa Ada, contraddistinta da una vegetazione rigogliosa, la graduale riqualificazione del suo patrimonio ambientale, attuata attraverso un attento recupero dell’assetto vegetativo originario e la ricostituzione della fauna, ne fanno un luogo ideale per passeggiate e jogging nella natura; alla fine degli anni novanta è stato attrezzato un nuovo accesso da via Panama, dove è possibile introdursi nella parte rimasta più integra dal punto di vista floreale e faunistico, passeggiando in una zona boschiva caratterizzata da estese macchie di pini, lecci, allori e castagni e popolata da scoiattoli, ricci, conigli selvatici, e ampie comunità di uccelli, che hanno trovato in questo parco il giusto habitat.

Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Villa Ada è aperta dalle 7.00 al tramonto. Servizi: Area gioco attrezzata per bambini, area gioco cani, attrezzature sportive, campi polivalenti, giostre, maneggio e noleggio pony, sentieri natura.

Mappa parco

Villa Celimontana

Situata sulle alture del Monte Celio, la villa fu voluta dal duca Ciriaco Mattei, nel XVI secolo, che fece trasformare quella che era una vigna in un vero e proprio parco. Il parco fu successivamente arricchito e trasformato fino all’Ottocento quando assunse le forme del giardino all’inglese.

Nel parco si trovavano anche tre giardini segreti con sculture antiche, fontane e aranci amari, e un obelisco egiziano, donato a Ciriaco Mattei dai magistrati capitolini nel 1582, come riconoscimento dei suoi meriti. Proveniva dalla zona dell’Ara Coeli, dove era stato sistemato nel XV secolo, oltre ad alcuni resti archeologici ed un tempietto neogotico.

L’edificio principale oggi è sede della Società Geografica Italiana mentre il parco, a cui si accede da via della Navicella, è luogo ideale per colazioni all’aperto e passeggiate oltre che cornice estiva per concerti e spettacoli.

Come arrivare 

Orari e informazioni utili 

Villa Celimontana è aperta dall’alba al tramonto. C’è un’area gioco attrezzata per bambini.

Mappa parco

Giardino degli aranci (o parco Savello)

Nel XIV secolo la famiglia dei Savelli costruì sull’Aventino il suo castello, rendendo così il colle una fortezza imprendibile. Le grosse mura medievali cingono ora Parco Savello, più noto come Giardino degli Aranci, piccolo giardino rettangolare molto frequentato perché dal belvedere affacciato sul fiume si gode una splendida vista di Roma che va dall’ansa del Tevere alla Basilica di s. Pietro.

Gli alberi che gli danno il nome sono stati piantati a ricordo di S. Domenico, che fondò qui il proprio convento. Il parco fu realizzato nel 1932 su progetto dell’architetto Raffaele De Vico, che ha valorizzato lo spazio racchiuso tra le antiche mura. Nel muro di recinzione, sul lato opposto alla parete laterale e all’abside di S. Sabina, sono chiaramente riconoscibili le tracce delle torri e del ponte levatoio del castello.

Usciti dal Giardino degli Aranci, si gira a destra e si giunge nella Piazza dei Cavalieri di Malta (progettata dal celebre incisore Giovan Battista Piranesi nel 1765). Dalla serratura del portone che introduce alla Villa dei Cavalieri si può vedere la cupola di San Pietro, incorniciata dalle siepi dei giardini.

Come arrivare 
Orari e informazioni utili 

Questi gli orari del Parco Savello, o giardino degli aranci: 

  • da ottobre a febbraio 7.00 – 18.00
  • marzo e settembre 7.00 – 20.00
  • da aprile a agosto 7.00 – 21.00

Mappa parco

Villa Glori

Villa Glori, nata come Parco della Rimembranza dedicato ai caduti della prima Guerra Mondiale e poi riconsacrato a tutti i caduti romani per la patria (grande croce di ferro su piazzale di Villa Glori), occupa una vasta area che va dal Tevere, all’altezza dell’Acqua Acetosa, fino alle pendici del quartiere Parioli, costeggiando ad est l’Auditorium.

Una serie di viali, i cui nomi ricordano i protagonisti dello scontro del 23 ottobre 1867 tra le truppe pontificie e una settantina di uomini (viale dei Settanta) al comando dei fratelli Cairoli, attraversano la Villa e si incontrano a piazzale del Mandorlo dove si trovano il monumento in ricordo del sacrificio compiuto dai fratelli Cairoli per Roma, un piccolo manufatto in mattoni dove è inserito un ramo secco del mandorlo sotto al quale morì Enrico Cairoli e un cippo dedicato ai militari italiani caduti in tempo di pace.

Come arrivare 
Orari e informazioni utili 

Villa Glori è aperta dalla 7.00 al tramonto.

Mappa parco

Parco degli Acquedotti Roma

Uno dei parchi più affascinanti di Roma è racchiuso tra Via Appia e Via Tuscolana e si estende per circa 240 ettari, tra le attrattive paesaggistiche della campagna romana fino ai Castelli e un’atmosfera sospesa nel tempo, godibile soprattutto alla luce rosa del tramonto, quando le imponenti arcate dell’acquedotto Claudio e dell’acquedotto Felice, incorniciate dai pini, si stagliano controsole in tutta la loro suggestiva ed evocativa bellezza.

Ricchissimo di storia, il Parco degli Acquedotti, è uno dei polmoni verdi della città e fa parte del Parco Regionale Suburbano dell’Appia Antica. Il suo nome deriva dal fatto che qui si trovava il punto fondamentale di snodo della rete idrica dell’antica Roma,  punto dove si intersecavano, congiungevano e sovrapponevano gli acquedotti che rifornivano di acqua la Capitale, le immense ville patrizie, le terme e le fontane.

Nella zona si possono contare ben 7 sette acquedotti: l’Anio Vetus, l’Anio Novus, quello dell’Aqua Marcia, della Tepula, l’acquedotto Iulia, quello dell’Aqua Claudia e l’Acquedotto Felice, tuttora funzionante, edificato nel 1585 da Papa Sisto V, Felice Peretti, nel 1585 sulle arcate dell’Acquedotto Marcio. Oltre ai succitati acquedotti, in quest’area sono presenti altri interessanti edifici antichi, tra cui la villa delle Vignacce, il casale di Roma Vecchia e la Villa dei Sette Bassi.

Come arrivare 
Orari e informazioni utili 

Il parco è aperto dall’alba al tramonto. Punto Info Acquedotti: aperto tutte le domeniche. Chiuso gennaio, febbraio, luglio e agosto. Informazioni e vendita gadgets e pubblicazioni del Parco. All’interno vi sono alcuni campi di bocce e un’area gioco attrezzata per i bambini.

Mappa parco