Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, attivisti bloccano la tangenziale: automobilisti furiosi, si sfiora la rissa (VIDEO)

Pubblicato

il

Attivisti bloccano la tengenziale

Roma. ”Io devo andare a lavorare, andate al Ministero a protestare”, la rabbia dei conducenti bloccati in strada dalle manifestazioni, ancora una volta, da parte attivisti di Ultima Generazione, che questa volta hanno deciso di prendere di mira la tangenziale, in un punto che sembra essere quello all’altezza della Tiburtina. La tensione è alle stelle, e la rissa è stata sfiorata di poco. Il traffico è completamente intasato, 7 persone sono sedute a terra con i loro striscioni e non ne vogliono sapere di far transitare le auto che, intanto, continuano a sgasare nell’aria. Una notizia dell’ultimissima ora di oggi, venerdì 4 novembre, a Roma. 

Roma, attivisti bloccano la tangenziale: automobilisti furiosi, si sfiora la rissa

Proteste degli attivisti a Roma oggi

Le proteste (ancora) degli attivisti di Ultima Generazione

Le proteste sono sacrosante, e questo è evidente a tutti: se a Novembre abbiamo ancora il privilegio di andare in giro per strade con le maniche corte, vuol dire che il clima sta cambiando, e la colpa è interamente nostra. L’allarme per l’emergenza climatica è impellente, il tempo agli sgoccioli. Tuttavia, ci sono modi e modi di protestare. Una protesta sana è una protesta che punta a smuovere le istituzioni, non danneggiare i cittadini di fatto già consapevoli dell’emergenza e colpiti dalla crisi energetica. Anche perché, volendo parlare proprio di inquinamento, le macchine ferme per diverso tempo, hanno continuano a sgasare dai loro scarichi emettendo sostanze inquinanti e allungando il tempo di accensione per arrivare a destinazione. Dunque, un doppio danno, anche nei confronti di quello stesso ambiente nel nome del quale avvengono le proteste. 

Roma, attivisti sul GRA, la furia dei pendolari: “A mer**e, mort***i vostra”, manifestanti spostati di peso (VIDEO)

La rabbia degli automobilisti

Gli automobili fermi hanno perso evidentemente la calma, come si evince dal video, non solo perché c’erano diverse ambulanze che dovevano transitare, ma anche perché in macchina diversi bambini appena usciti da scuola sono rimasti bloccati anche loro in mezzo al traffico. La rabbia si è trasformata in frustrazione, e questa ha iniziato a provocare non poche scintille. Dopo i primi automobilisti infuriati, anche diversi motociclisti sono scesi dalle loro moto e hanno cercato di spostare di peso i manifestanti. Qualche individuo ha cercato anche di strappare loro di mano gli striscioni con i quali erano fermi a terra. ”Andate sotto al Ministero!” questa l’accusa principale che gli viene rivolta, perché molti devono lavorare, in periodo tra l’altro non poco felice per il nostro Paese.

Aggiornamento sul traffico (video)

In un primo momento c’era un unico agente di polizia a cercare di sbrigliare la situazione, successivamente sono intervenuti i rinforzi e anche i carabinieri, che a fatica hanno fatto defluire il traffico dopo aver fatto spostare i manifestanti che a peso morto hanno fatto di tutto per evitare di rinunciare alla loro protesta in strada. Trascinati via, il traffico sta lentamente cominciando a sbrogliarsi. Il video di seguito è stato girato da LocalTeam.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy