Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, lavoratori cinesi in nero preparavano il cibo tra le feci: sequestrati 14 tonnellate di alimenti

Pubblicato

il

Roma, lavoravano in nero e preparavano il cibo tra le feci di ratti e volatili: ecco cosa ha scoperto la polizia nel corso di un controllo.

Roma. Un’attività a dir poco da incubo quella smascherata dalla Polizia. Lavoravano in nero, senza alcun contratto e in condizioni a dir poco degradanti: le preparazioni avvenivano, infatti, tra le feci di animali. Pessime anche le condizioni in cui versava il capannone oggetto di indagini, all’interno del quale lavoravano e vivevano 4 operai cinesi.  Sequestrate dagli agenti 14 tonnellate di genere alimentari, denunciati i titolari e sospesa l’attività. 

Roma, pessime condizioni igieniche e droga nascosta nei bagni: chiuso locale

I controlli della Polizia e le pessime condizioni igieniche del capannone 

Disposti dell’ordinanza del Questore, i controlli della polizia sono stati effettuati sabato scorso. Ad intervenire gli agenti dell’XI Distretto San Paolo con l’ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nonché il personale della ASL Rm3. Oggetto di indagine un capannone in zona Ponte Galeria nel quale era stata segnalata e individuata  un’attività gestita da cittadini cinesi, qui erano impiegati lavoratori clandestini della stessa nazionalità.

Come anticipato, tale attività era svolta in pessime condizioni igienico sanitarie. Nel capannone, infatti, erano presenti 4 operai senza titolo sul territorio nazionale e senza alcun contratto. Essi vivevano e lavoravano in assoluto degrado. Rinvenute dagli agenti ben  14 tonnellate di generi alimentari preparati tra feci di volatili e ratti.

La denuncia e il sequestro 

In accordo con la Procura, i poliziotti hanno denunciato i 3 titolari, sequestrato circa 6000 euro, probabile provento dell’attività, il capannone stesso e le derrate alimentari. Invece i 4 cittadini stranieri irregolari sul territorio nazionale sono stati accompagnati presso gli uffici di polizia per le determinazioni del caso.

Sospesa l’attività 

Gli ispettori della ASL hanno infine adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale nei confronti degli indagati per il riscontro di gravissime violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

 

Roma, controlli in zona Ardeatina: chiuso ristorante da “incubo”, riscontrate pessime condizioni igienico-sanitarie

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com